Cronaca

Baci contro l'omofobia, Sentinelle sedute contro Tuiach: «Dichiarazioni provocatorie»

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Siamo qui a raccontarvi delle bellissima manifestazione "Liberi di essere, liberi di baciarci ", organizzata con grande successo da Arcigay Arcobaleno Trieste Gorizia ONLUS dopo l'aggressione subita da due giovani omosessuali in via Gallina.

Più di 300 persone, 300 cittadini sono scesi in piazza per dire, con un semplice bacio, stop all'omofobia!!

Diciamo cittadini perchè si sa, siamo in campagna elettorale e alla manifestazione erano presenti il sindaco Roberto Cosolini parte della giunta comunale, rappresentanti di partiti, movimenti e liste civiche, associazioni ecc...
Ma a onor del vero, dimostrando buon gusto, nessuno ha voluto prendere la parola, nè è sceso con bandiere di partito...
(tranne qualcuno a cui è "scappato" qualche volantino elettorale, ma va perdonato perchè non "avezzo" a questo genere di manifestazione )

Si è addirittura intravisto qualche rappresentante del centro destra locale, che aveva annunciato la sua presenza a sostegno delle vittime dell'aggressione...
Possiamo dirvi che c'era anche qualche nostra conoscenza personale che ha manifestato in passato con le Sentinelle in Piedi , ma che ieri ha voluto essere presente "perchè questa violenza è inaudita".

Un grande successo quindi,lo spirito della manifestazione ha colto in pieno nel segno: 
puoi avere la tua idea, la tua opinione, ma i diritti fondamentali non si toccano e la violenza va condannata e punita.

E poi .... 
E poi , avremmo voluto concludere così il racconto, ma purtroppo non possiamo, o non vogliamo sottrarci a una piccola polemica ...

Tra le varie presenze c'è stata l'apparizione-show del nostro popolare pugile leghista Fabio Tuiach.
Con corraggio, o con incoscenza, ha fatto la sua apparizione....
ha abbracciato e si è fatto fotografare con il sindaco in posa statica con i pugni ben in vista ( al grido di : "Roby tirilo zò ! "), si è fatto intervistare ed è intervenuto sul palco ...

Fortunatamente non si sentiva molto bene ciò che diceva, ma siamo riusciti a sentire le seguenti frasi :
"IN PIAZZA AL FAMILY DAY ERAVAMO DUE MILIONI... "
"IO NON SONO OMOFOBO ....MA MI PIACE LA FIGA! "
(una ragazza tra i manifestanti gli ha risposto "ANCHE A MI! "
"IO CON MIA MOGLIE HO POTUTO FARE 3 FIGLI....."
" COSA FANNO DUE GAY DISOCCUPATI....? "

Ecco , Fabio... volevamo dirti che sei molto simpatico nella tua incoscienza e ti ringraziamo per il tuo intervento, ci ha molto divertito... 
Ma non così tanto da piacerci o da lasciarlo passare così, come acqua sotto i ponti .

A noi il "NON SONO OMOFOBO ...MA...."
A noi il "NON SONO RAZZISTA ...MA..."

ci fa letteralmente INCAZZARE. 
Per noi dichiarazioni come quelle che quotidianamente fai, sono una provocazione.

Ma noi abbiamo un concetto di provocazione e di reazione alle provocazioni diverso dal tuo , e ti abbiamo accolto sul palco.
(giusto per farti capire che due ragazzi che si baciano NON stanno provocando)

E TI ABBIAMO ACCOLTO SUL PALCO PROPRIO PERCHE' NON CI MANCA IL SENSO DELL'HUMOR.

Ma un piccolo ragionamento, se ti riesce, va fatto .
Non esiste provocazione che giustifichi la violenza .
Non esiste idea politica o religiosa, opinione o modo di vivere che giustifichi la violenza.

Tu hai la responsabilità morale di chi descrive l’omosessualità come fenomeno capace di distruggere la famiglia e l’equilibrio garantito dall’eterosessualità, hai la responsabilità morale di chi descrive le persone omosessuali come "pericolose" per la comunità .
Hai la responsabiltà morale, tu ed altri, di creare quella base in cui poi si concepiscono e si concretizzano queste violenze alle quali noi , con forza, ci opponiamo.
E alle proprie responsabilità , caro Fabio, non è giusto sottrarsi.

Grazie di essere intervenuto Fabio, come vedi non siamo persone da odiare.

Sentinelle Sedute

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baci contro l'omofobia, Sentinelle sedute contro Tuiach: «Dichiarazioni provocatorie»

TriestePrima è in caricamento