Banda della Magliana, a Gorizia arriva il boss e pentito Antonio Mancini

L'evento si terrà sabato 19 settembre alle 20:30 presso la sede dell'Associazione Heimat. Il racconto di alcune tra le pagine di cronaca nera più importanti della storia d'Italia

Borgataro di San Basilio, “Accattone” in nome di una grande passione per Pasolini, figura di spicco nella Banda della Magliana, pentito, accompagnatore di disabili, coautore (con la famosa giornalista Rai Federica Sciarelli) di un’autobiografia e autore di romanzi. Antonio Mancini racconta le tante e controverse facce della sua vita all’Associazione Heimat di Gorizia sabato 19 settembre alle 20.30 nella sede del circolo culturale, in via IX Agosto 5. 

Il soprannome "accattone" lo si deve al film di Pasolini, che Antonio Mancini scoprì da ragazzino leggendo i suoi libri. Dagli anni di gioventù a San Basilio poi tanta strada, fino ad arrivare ai vertici della criminalità romana e alla Banda della Magliana, organizzazione criminale capace di riunire varie "batterie" della capitale, di arrivare fino alle istituzioni e di condizionare gli affari romani fino ai giorni nostri. Mancini oggi può raccontare pagine nere fondamentali della storia italiana dagli anni Settanta al nuovo millennio. A Gorizia dialogherà con il pubblico a 360 gradi della sua esperienza personale e di periferie. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina da 195 mila euro a Pola, la fuga e l'arresto sul confine: in manette due poliziotti e un carabiniere

  • Conte: "Se continuiamo così, in due settimane tutte le regioni saranno gialle"

  • Vietati spostamenti tra regioni, ecco il nuovo Dpcm: cosa cambia

  • Carenza di vitamina D: come riconoscerla e rischi per la salute

  • I migliori panifici di Trieste secondo il Gambero Rosso

  • Covid, Fedriga: "Rt in calo, possibile ritorno in zona gialla dalla prossima settimana"

Torna su
TriestePrima è in caricamento