Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca Isontino

A Grado si innalza la 30a Bandiera blu (FOTO)

L'isola di Grado conferma per la trentesima volta consecutiva il riconoscimento come località virtuosa per quanto riguarda qualità dell'acqua, rispetto dell'ambiente e qualità dei servizi

Si è svolta questa mattina, sabato 21 luglio alle10 sulla Diga Nazario Sauro, la cerimonia per la consegna della 30a Bandiera Blu a Grado.
Ad introdurre l'evento in rappresentanza della GIT Leonardo Tognon: «Verrà issata anche oggi per il trentesimo anno la Bandiera blu, 29 consecutive. È dal 1987 che Grado risulta tra le località turistiche virtuose, che pongono grande attenzione all'ambiente, alla qualità dell'acqua e dei servizi. La nostra bandiera è rivolta al turista. La Bandiera blu certifica a livello internazionale la qualità dei servizi».

Sale quindi sul palco prima della cerimonia ufficiale il sindaco di Grado Dario Raugna: «Anche quest'anno sulla città di Grado sventola la prestigiosa Bandiera blu, quest'anno particolarmente sentita essendo la trentesima. Questo riconoscimento premia Grado ed il suo mare che posseggono requisiti fondamentali per la conferma di tale titolo. Requisiti quindi sia per quanto riguarda la qualità delle acque, la gestione ambientale, l'erogazione di servizi e sicurezza  sia per quanto riguarda le attività rivolte all'educazione ambientale e all'informazione».

«Sebbene possiamo essere in tal senso orgogliosi di quanto già raggiunto - continua Raugna - siamo consapevoli che la strada è ancora lunga, soprattutto riguardo alla tutela dell'ambiente e alla gestione dei rifiuti, in particolare alla raccolta differenziata che abbiamo potenziato anche nelle spiagge libere come Pineta e Costa Azzurra e il prossimo anno verrà estesa anche alla GIT. Ci occuperemo inoltre di una mobilità sempre più sostenibile sul nostro territorio, curando e potenziando le ciclabili già esistenti e favorendo il trasporto pubblico».

Il sindaco ricorda poi gli altri recenti riconoscimenti ottenuti da Grado: la Bandiera Verde dei pediatri per le spiagge (sicura per i bambini), i Quattro fiori a "Comuni fioriti", la medaglia d'argento al concorso mondiale "Communities in bloom" e i cinque "bike smile" dei comuni ciclabili di Fiab.
L'isola di Grado quindi si muove verso un turismo integrato ed ecosostenibile «per far vivere un'esperienza unica e insostituibile ai visitatori - conclude il sindaco - ma anche per garantire la qualità della vita per i residenti».

Presenti anche il vicesindaco Matteo Polo, l'assessore ai Lavori Pubblici e al Verde pubblico Fabio Fabris, rappresentanti della Polizia, Vigili del Fuoco, Croce Rossa Italiana e Marina Militare.
Si termina quindi con la consueta cerimonia durante la quale viene innalzata la Bandiera blu, seguita dall'esecuzione da parte della banda dell'Inno di Mameli.

Intervenuto per l'occasione anche l'assessore regionale alle Attività produttive Sergio Bini. «Ricevere una bandiera blu - afferma l'assessore - non è cosa scontata e significa avere tutta una serie di caratteristiche come città di rispetto ambientale. Turismo quindi associato al rispetto dell'ambiente, una cosa che i visitatori cercano.
«Vedo Grado una città sana, salubre, in crescita, i numeri lo dimostrano, - conclude - il che significa che l'amministrazione comunale ha lavorato e sta lavorando bene».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Grado si innalza la 30a Bandiera blu (FOTO)

TriestePrima è in caricamento