Cronaca

Da Miramare a San Giusto, i monumenti di Trieste marchiati "Tlt" (FOTO)

Da qualche giorno su Facebook girano le foto dello striscione riportante la sigla del Territorio libero di Trieste con l'alabarda esposto nei luoghi più significativi della città:il 15 settembre alle 18 in piazza della Borsa verrà celebrato l’anniversario della costituzione del Tlt

«In questi ultimi giorni stanno apparendo in vari luoghi della città bandiere rossoalabardate corredate in molti casi da scritte inneggianti il Territorio Libero di Trieste. Sulle reti sociali fioccano i commenti, in alcuni casi lamentandosi di tali apparizioni. Disdegnando i “writers” che deturpano muri, cassonetti o qualsiasi altro arredo urbano, non possiamo invece che essere felici dell’esposizione sempre più frequente della nostra bandiera».

Territorio Libero (Svobodno Ozemlje - Free Territory of Trieste) interviene sulle apparizioni dello striscione riportante la sigla "Tlt" e l'alabarda triestina, esposto al Castello di Miramare, Castello di San Giusto, Faro dell Vittoria, Teatro Romano e Scala dei Giganti: «Il Il simbolo di Trieste sembra non sia gradito a tutti, o meglio, pare non gradito ad un manipolo di nazionalisti che, ben consci dell’importanza dei simboli, rinnegano perfino la loro appartenenza alla realtà triestina, talvolta tacciando di “razzismo” chi espone la bandiera Triestina. In quale altra città del mondo succede questo? In quale altra città del mondo il popolo “non può” o “non deve” esporre la propria bandiera? Ci sono persone che hanno veramente a cuore la loro città e soprattutto il futuro delle nuove generazioni, attualmente in serio pericolo».

«Chi sta esponendo la bandiera di Trieste con la scritta Tlt, non lo fa sicuramente per offendere, bensì per ricordare alla popolazione i diritti di cui dovrebbero godere - continua la nota indipendentista -. Diritti negati da un Governo amministratore che non ha mai rispettato gli accordi Internazionali; un Governo amministratore che ha depredato la città di tutti i suoi tesori, industrie, porto, attività commerciali, e dell’orgoglio del suo popolo. Per questo la nostra bandiera e i nostri simboli danno fastidio: potrebbero rendere il triestino nuovamente orgoglioso. Per questo ringraziamo chi in questo momento sta lottando pacificamente, esponendo la nostra bandiera bandiera corredata dalla scritta Tlt. Bravi muli, mai molar».

Ancora ignoti dunque gli autori, ma potrebbe trattarsi anche di una mossa di marketing in previsione del 15 settembre, quando alle 18 in piazza della Borsa verrà celebrato l’anniversario della Costituzione del Territorio libero di Trieste.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Miramare a San Giusto, i monumenti di Trieste marchiati "Tlt" (FOTO)

TriestePrima è in caricamento