Cronaca

Tragedia a Barcola: Maria Barbara Durante, una vita tra il nuoto e i viaggi

La vittima avrebbe compiuto 71 anni nei primi giorni del mese di marzo. La passione per lo sport, i viaggi e l'amore per le due figlie. Il ricordo di chi la conosceva. Nel weekend il minuto di raccoglimento alla Bianchi

Maria Barbara Durante avrebbe compiuto 71 anni il 9 marzo prossimo ma un tragico incidente avvenuto questa mattina l'ha strappata alla vita. Poco prima delle 11 la donna si trovava in via Bonafata a Barcola, rione dove risiedeva e dove era molto conosciuta, intenta a controllare il furgone Mercedes Vito di proprietà della famiglia. Secondo la Polizia Locale giunta sul posto assieme ai vigili del fuoco e al personale sanitario del 118, all'origine della tragedia si sarebbe verificata un'inaspettata disgrazia.

Dalla ricostruzione delle forze dell'ordine, sembrerebbe che Barbara Durante, poiché il veicolo non partiva abbia aperto il cofano motore ed essendo il mezzo in lieve discesa (e probabilmente senza il freno a mano tirato ndr), si sia inavvertitamente mosso, investendola. Sarebbe stata una passante a sentire le grida di aiuto provenire dal luogo della tragedia anche se quando i soccorsi sono arrivati sul posto non c'era più nulla da fare. 

Il ricordo di chi la conosceva

Una tragedia che ha lasciato sgomente le persone che la conoscevano. Di origini triestine e con un passato da insegnante di ginnastica e nel mondo del nuoto sincronizzato, la Durante era nota nell'ambiente sportivo anche in virtù del suo essere stata campionessa nella disciplina del nuoto pinnato. Il direttore del polo natatorio di Trieste e presidente della FinPlus Trieste Franco Del Campo la ricorda come "una persona molto apprezzata in un settore, quello del nuoto sincronizzato, che aveva avuto uno sviluppo notevole negli anni addietro. E' un momento di cordoglio da parte di tutti noi dell'ambiente del nuoto". 

Nel weekend il minuto di silenzio alla Bianchi

"E' stata avanzata una proposta di effettuare un minuto di silenzio in sua memoria questo weekend durante le gare valevoli per i campionati regionali di nuoto sincronizzato che si svolgeranno alla piscina Bianchi" così il dirigente della Triestina Nuoto Nicola Cassio. "Tutto il mondo del sincro la conosceva molto bene, l'ambiente è rimasto scioccato a leggere la notizia della sua morte. La Durante aveva allenato per qualche anno alla Triestina Nuoto, e poi alla piscina di Altura. Negli ultimi anni era rimasta nell'orbita del sincro più da spettatrice ma non aveva fatto mancare la sua partecipazione". 

Anche la celebre critica d'arte triestina Marianna Accerboni conosceva bene la Durante. "Eravamo giovani e andavamo in montagna a sciare. Me la ricordo sempre molto sportiva, con una passione notevole per la cucina e con una sensibilità per la vita fuori dal comune. Amava gli amici e soprattutto le sue due figlie. Ricordo anche la sua passione per i viaggi, che da donna sportiva riusciva a condurre anche in paesi lontani dalla sua Trieste". Maria Barbara Durante lascia le due figlie Filomena e Ariella.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia a Barcola: Maria Barbara Durante, una vita tra il nuoto e i viaggi

TriestePrima è in caricamento