Il dramma

Barca ribaltata sul Lago Maggiore per maltempo, tra le vittime anche una triestina

Si tratta della 53enne Tiziana Barnobi. Le altre vittime sono un italiano originario di Frosinone, un israeliano e una russa.

VARESE - C’è anche una triestina di 53 anni, Tiziana Barnobi, tra le quattro vittime della tragedia avvenuta domenica pomeriggio nel Lago Maggiore, dove una house boat lunga 16 metri con ventiquattro persone a bordo si è ribaltata per poi inabissarsi davanti a Lisanza, nel comune di Sesto Calende, nel Varesotto. Come reso noto dal Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica, la 53enne, coniugata e madre di un figlio ancora minorenne, apparteneva al Comparto intelligence. Il sottosegretario Alfredo Mantovano ed i vertici del Comparto hanno espresso "dolore e vicinanza ai familiari delle vittime". 

I fatti e le vittime

L'imbarcazione era salpata da un cantiere nautico di Sesto Calende per festeggiare un compleanno. Nel primo pomeriggio le condizioni del Lago erano buone, anche se era prevista la possibilità di rovesci. Verso le 17 la barca è stata investita dall'ondata di maltempo e si è capovolta. Una persona è morta sul colpo, mentre 20 passeggeri sono stati salvati e non hanno riportato gravi ferite. Un secondo corpo è stato ritrovato nella tarda serata di domenica, facendo salire a due il bilancio delle vittime. Lunedì mattina, verso le 7.30, il lago ha restituito altri due cadaveri. Le vittime sono due uomini e due donne: oltre alla triestina, Claudio Alonzi, 62enne italiano originario di Frosinone e collega di Tiziana Barnobi, un cittadino israeliano di 54 anni e una donna di 50 anni di nazionalità russa (moglie del pilota dell’imbarcazione), Anna Bozhkova, residente a Sesto Calende. Sul caso sta indagando la procura di Busto Arsizio, le indagini sono state affidate ai carabinieri del comando provinciale di Varese e della compagnia di Gallarate. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barca ribaltata sul Lago Maggiore per maltempo, tra le vittime anche una triestina
TriestePrima è in caricamento