menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raccolta firme contro i decreti sicurezza, Polidori: "Da Ics gesto meschino"

Il vicesindaco di Trieste ha commentato così la presenza di un volantino che promuove la raccolta firme contro i decreti approvati dall'ex governo giallo-verde. "Iniziativa politica e provocatoria"

"È una questione di opportunità, di dignità e di stile, tenere lontane le questioni politiche da manifestazioni che devono unire, e non creare strumentalmente divisioni e polemiche". Sono queste le parole del vicesindaco di Trieste Paolo Polidori in merito alla comparsa di un volantino sulla barca #IoAccolgo per la promozione di una raccolta firme contro i decreti Sicurezza approvati dall'ex governo giallo-verde. 

"E invece, nel pieno stile ICS - continua Polidori - si è ben pensato non solo di far partecipare i migranti alla regata, cosa di per sé legittima (se vista al netto dei soldi pubblici spesi dall’allora giunta Serracchiani, per far svolgere ai richiedenti asilo nientemeno che corsi di sci), ma di promuovere raccolte firme contro i decreti sicurezza dell’allora ministro Salvini". 

Secondo il vicesindaco "questa iniziativa politica e smaccatamente provocatoria, all’interno di una manifestazione coorganizzata dal Comune di Trieste, denota l’assoluta bassezza di livello al quale non intendo mettermi, perché prima di ogni cosa va salvaguardata la splendida immagine che dobbiamo dare di Trieste al mondo intero". Un gesto che Polidori ha definito "meschino e pusillanime e perpetrato da chi, immerso fino al collo nel business dell’ipocrita accoglienza, si fa ora forte dell’appoggio incondizionato di questo nuovo governo invasionista". 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento