Cronaca

Barcolana accessibile, oltre 60 barche con persone disabili: festa del mare per tutti

Barcolana Accessibile è soltanto una delle innumerevoli iniziative promosse, per eliminare le differenze e le discriminazioni

Più di sessanta persone con disabilità prenderanno parte anche quest'anno alla Barcolana Accessibile, giunta alla sua quinta edizione. Sulle imbarcazioni che isseranno la bandiera bianca della Consulta Regionale delle Associazioni delle persone Disabili e delle loro famiglie, si imbarcheranno coloro i quali, come oramai da consuetudine, hanno richiesto agli Uffici della Consulta, di poter prender parte a questa impareggiabile festa del mare.  

«Un'esperienza unica nel suo genere, che aiuta a far capire quanto sia fondamentale, abbattere le barriere, non solo architettoniche ma anche mentali, col mondo della disabilità. - afferma Vincenzo Zoccano, Presidente della Consulta - La Consulta è impegnata proprio in questo: a far capire quanto sia importante creare condizioni di vita migliori, non soltanto per chi vive quotidianamente con i problemi della disabilità, perché, dove vive bene una persona disabile, vivono bene tutti».

Barcolana Accessibile è soltanto una delle innumerevoli iniziative promosse, per eliminare le differenze e le discriminazioni. Una lunga strada ancora da percorrere, come dimostra il Report sulle attività per la Disabilità in Italia presentato dal Comitato internazionale dell'ONU che si occupa dell'applicazione della Convenzione Internazionale dei Diritti delle Persone con Disabilità, presentato in questi giorni a Ginevra, a cui Zoccano ha preso parte.

«Molte le prescrizioni e le annotazioni ascritte al nostro Paese, ancora in alto mare su diversi aspetti. La nostra Conslta, unica nel suo genere in tutt'Italia, come organismo consultivo e di coordinamento, può fare moltissimo, come modello da esportare su tutto il territorio nazionale».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barcolana accessibile, oltre 60 barche con persone disabili: festa del mare per tutti

TriestePrima è in caricamento