menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Barcolana: Guardia Costiera presente con un pattugliatore d'altura da 54 metri, 13 motovedette, un elicottero e oltre 120 uomini

Oltre a uno stand di oltre 120 metri quadrati, saranno installati due simulatori di comando, per far provare l'ebrezza di comandare una motovedetta della Guardia Costiera in mare aperto, e un Laboratorio Ambientale Mobile

Un pattugliatore d'altura da 54 metri, 13 motovedette, un elicottero e oltre 120 uomini, fra i quali due "rescue swimmers", veri "supermen" altamente specializzati per il salvataggio di naufraghi in situazioni estreme: sono i numeri dell'impegno della Guardia Costiera di Trieste in occasione della 49.ma edizione della Barcolana, la regata velica più affollata del Mediterraneo in programma nel golfo triestino il prossimo 8 ottobre, come riporta l'Ansa Fvg.
 «Un impegno che si rinnova fin dalla prima edizione della Barcolana e che, come sempre in tutte le attività della Guardia Costiera, avrà al centro la sicurezza della vita umana in mare», spiega il Capitano di Vascello Luca Sancilio, comandante della Capitaneria di Porto di Trieste e direttore marittimo del Friuli Venezia Giulia.
«In questa edizione - spiega Sancilio - al rinnovato impegno per la sicurezza aggiungeremo una lunga serie di iniziative per contribuire a far crescere la cultura del mare, della tutela dell'ambiente e della legalità, convinti come siamo che se cresce questa cultura cresce anche la sicurezza di chi vuole vivere il mare in maniera consapevole e responsabile, senza correre rischi per sé e per gli altri».  
A sottolineare questo impegno a 360 gradi sul fronte della sicurezza, la Guardia Costiera porterà a Trieste il pattugliatore d'altura "Corsi" di 54 metri, che sarà visitabile e uscirà in mare tre volte: con gli studenti dell'Istituto nautico e dell'Accademia del mare, con alcune persone disabili e i cittadini che vorranno conoscerlo da vicino e, infine, il giorno della regata.

   Per rimarcare il valore della cultura del mare per una maggiore sicurezza sarà a Trieste il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto e della Guardia Costiera, Ammiraglio Vincenzo Melone, che "aprirà", per la prima volta dopo 48 anni in occasione della Barcolana, l'area della Capitaneria alla città: il "Villaggio della Barcolana" infatti si "estenderà" fino alle banchine della Capitaneria e all'ex idroscalo dove, il 29 settembre, sarà ospitato il concerto di apertura della Barcolana.
Oltre a uno stand di oltre 120 metri quadrati, saranno installati due simulatori di comando, per far provare l'ebrezza di comandare una motovedetta della Guardia Costiera in mare aperto, e un Laboratorio Ambientale Mobile (LAM), che con personale altamente specializzato consente di effettuare analisi chimiche e fisiche lungo le coste per verificare eventuali inquinanti marini. Della cultura del mare per la sicurezza dei cittadini, infine, il 2 ottobre nel Salone degli Incanti parlerà l'Ammiraglio Melone in una lectio magistralis destinata a studenti e appassionati del mare

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Appartamento piccolo? I segreti per farlo sembrare più grande

Alimentazione

Utensili e stampi da forno in silicone: rischi per la salute

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, il Friuli Venezia Giulia rimane in zona gialla

  • Cronaca

    Porto vecchio: variante urbanistica nell'Accordo di programma, sì agli investimenti

  • Cronaca

    Presidente del Consiglio regionale positivo al Covid: "Sto bene"

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

  • Arredare

    Letto con box contenitore: modelli, costi e vantaggi

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento