Cronaca

Barcolana, Torrenti: «Al lavoro per la 50esima edizione»

«Bisogna favorire la partecipazione di più di un'imbarcazione da 30 metri». Serracchiani: «Evento oltre i confini di Trieste e Fvg»

Fto di repertorio

«Un evento di cui siamo tutti orgogliosi e che rappresenta nel miglior modo Trieste e il Friuli Venezia Giulia anche al di fuori dei nostri confini, perché la Barcolana è una regata che va oltre lo sport». Lo ha detto la presidente della Regione, Debora Serracchiani, intervenendo - dopo aver conferito il riconoscimento della Presidenza della Repubblica all'equipaggio di "Spirit of Portopiccolo", vincitore della 49.a edizione della Barcolana - alla cerimonia di premiazione che si è svolta ieri, 19 novembre al Teatro Rossetti di Trieste.

All'evento hanno partecipato, tra gli altri, oltre all'assessore regionale allo Sport, Gianni Torrenti, e al sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza, anche i sindaci di Monfalcone e Muggia, Anna Maria Cisint e Laura Marzi. Da parte sua l'assessore Torrenti ha affermato che «in occasione della prossima edizione della Barcolana, quella del cinquantesimo, la Regione è pronta a lavorare e ad essere ancora più fortemente a fianco degli organizzatori per rafforzare e migliorare ulteriormente il successo sportivo, di pubblico e di partecipazione registrato quest'anno».

E proprio sottolineando il prestigioso record di iscrizioni conseguito lo scorso ottobre, Torrenti ha parlato di un risultato («Quello di esser riusciti a organizzare un'edizione storica»), raggiunto attraverso un impegno collettivo, che ha coinvolto privati e istituzioni pubbliche. Infine, entrando nell'ambito più specificatamente sportivo e agonistico della manifestazione, l'assessore ha auspicato per il futuro un aumento del livello di competitività. «Un passo avanti - ha concluso - che si può fare favorendo la partecipazione di più di un'imbarcazione da 30 metri, affinché il pronostico non sia troppo scontato».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barcolana, Torrenti: «Al lavoro per la 50esima edizione»

TriestePrima è in caricamento