Barilla vicina all'acquisto di Pasta Zara, FLAI-CGIL: "Bene per il territorio"

La segretaria del sindacato esprime soddisfazione per l'interesse da parte del colosso di Parma e guarda alle mosse successive. "La Grandi Mulini avrà delle ripercussioni da questa cessione e ci auguriamo che anche per loro si prospetti continuità produttiva ed occupazionale"

Il sindacato FLAI-CGIL di Pasta Zara esprime soddisfazione nei riguardi dell'interesse ufficiale di Barilla per l'acquisizione del ramo triestino dell'azienda della famiglia Bragagnolo, confermato oggi attraverso una nota ufficiale firmata a Riese e fatta circolare. Sandra Modesti, segretaria generale del sindacato ha affermato che "l'acquisizione da parte della Barilla ci fa ben sperare per le sorti, non solo dello stabilimento muggesano che sarà portato a saturazione ma per tutto il territorio triestino". Anche il Presidente della Regione Massimiliano Fedriga ha espresso soddisfazione per l'acquisizione.

La soddisfazione

"È appena arrivato il comunicato che Pasta Zara sta facendo girare con la formalizzazione del nome della Barilla quale acquirente dello stabilimento di Muggia" si legge nella nota. "Ci sentiamo, come Flai-CGIL, di esprimere soddisfazione per la prospettiva industriale che si apre per i dipendenti interessati alla cessione del ramo d'azienda". Le indiscrezioni su un interesse da parte del colosso di Parma giravano da tempo, anche se sembrerebbe siano arrivate anche altre offerte, una in particolare da un'azienda spagnola che sembrava, per un periodo, in pole position per l'acquisizione. Il sindacato, sempre con la Modesti, guarda non solo allo stabilimento di Muggia bensì anche alla ricaduta economica che il salvataggio porterebbe con sé. 

L'interesse di Barilla: il documento ufficiale

Le sorti della Grandi Mulini 

Pasta Zara possedeva un indotto che ricadeva anche su altre aziende. "Basti pensare al porto franco individuato nei magazzini dell'ex Wartsila e destinati proprio alla filiera dell'agroindustria. Riteniamo importante, che le parti sociali e la Regione siano attente alle proposte di sviluppo che proporrà il gruppo Barilla che può portare interessati ripercussione per il rilancio del tessuto industriale locale. Ricordiamo anche che la Grandi Mulini, diretto fornitore per Pasta Zara, avrà delle ripercussioni da questa cessione e ci auguriamo che anche per loro si prospetti continuità produttiva ed occupazionale". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • Topi, muffa e sporcizia in un bar di via Carducci: sequestrati gli alimenti

  • In carcere 18enne per l'accoltellamento di scala dei Giganti, parte della gang del "Kalashnikov"

  • Incidente sulla curva Faccanoni: un ferito

  • Gang del "Kalashnikov", la Polizia Locale incastra "Kappa"

  • Decreto Clima, arriva il bonus rottamazione 2020

Torna su
TriestePrima è in caricamento