menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Barriere architettoniche, IV circoscrizione: «Rendere completamente accessibile San Giusto»

Mozione da parte della IV Circoscrizione che prende spunto anche dall'inchiesta del Tg2 sull'accessibilità da parte dei disabili del centro di Trieste e di alcuni suoi siti d'interesse turistico

Mozione da parte della IV Circoscrizione  che prende spunto anche dall’inchiesta del Tg2 sull’accessibilità da parte dei disabili del centro di Trieste e di alcuni suoi siti d’interesse turistico.

«Nello specifico - riferisce Luca Bressan, presidente della IV Circoscrizione, ci ha colpito la parte riguardante il Castello di San Giusto, poiché rientrante nella nostra competenza territoriale. Per questo, vista la presenza di un montacarichi all’interno del Castello, si chiede d’intervenire, per predisporre tutte le migliorie necessarie poiché possa essere da subito utilizzato anche dalle persone disabili in carrozzina per accedere ai piani superiori del Castello visto che ad oggi risulta visitabile, ai turisti diversamente abili con difficoltà motorie, solo il piazzale. Questo in attesa di interventi più organici che possono richiedere necessità di maggiori risorse economiche».

«Inoltre - spiega Bressan -  si richiede di esentare dal pagamento del biglietto, le persone diversamente abili, tanto più ora che il Castello non risulta essere completamente visitabile da parte loro. Tale scelta rientrerebbe a pieno titolo, con altre già effettuate, in una politica già sposata di favorire una quanto più ampia fruizione del patrimonio museale artistico della città di Trieste. Si pensi ad esempio alla scelta di garantire l’accesso gratuito ai musei comunali ogni seconda domenica del mese da parte dei residenti».

«Siamo fiduciosi l’amministrazione si dimostrerà sicuramente sensibile nei confronti della nostra proposta visto l’interesse già dimostrato nei confronti della tematica in generale con diversi interventi recenti come ad es. la creazione di percorsi tattilo-plantari nell’area del centro storico, di marciapiedi con appositi scivoli per le persone diversamente abili o di altri interventi di allargamento dello spazio riservato ai pedoni sui marciapiedi (come successo recentemente in via F. Severo). Anche se è vero che, mentre per i nuovi interventi di riqualificazione/manutenzione effettuati si denota una maggiore sensibilità, su beni storici bisogna impegnarsi per intervenire, tanto più visto l'interesse che ricoprono dal punto di vista turistico».

«Inoltre, siamo convinti che continueranno a mostrare grande interesse alla tematica gli stessi commercianti: parlando con alcuni di loro, ci siamo accorti di come, chi non ci abbia ancora pensato, è interessato a fare in modo di rendere quanto più accessibili i loro negozi alle persone diversamente abili per esempio riducendo, all’evenienza, eventuali scalini d’ingresso con una pedana amovibile. La mozione, come avrete modo di vedere è firmata da più consiglieri afferenti a diversi gruppi e nello specifico. Sarebbe bello si riuscisse a farne menzione per sottolineare un lavoro congiunto che sta interessando l’attività della IV Circoscrizione che ho il piacere di rappresentare».

IL TESTO DELLA MOZIONE --> mozione_accessibilita_San_Giusto_def-2

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Porzina con senape e kren: la ricetta della tradizione triestina

social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Autovelox: le postazioni dal 19 al 25 aprile

  • Cronaca

    Covid: in Fvg 221 casi su oltre 8 mila tamponi, in calo gli isolamenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento