Barriere fonoassorbenti Duino Aurisina: in dirittura d’arrivo il cantiere

L’intervento complessivo è consistito nella posa di circa 18 mila metri quadri di barriere fonoassorbenti di un’altezza che oscilla fra i 4 e i sei metri e fa parte di un piano di opere finalizzate a ridurre il più possibile l’inquinamento acustico

E’ in dirittura d’arrivo il cantiere per l’installazione delle barriere fonoassorbenti in comune di Duino Aurisina. Venerdì 26 giugno, a partire dalle 8.30, una gru ha sollevato le due grossi travi che fungono da base per la posa degli ultimi pannelli in vetro. Nei prossimi giorni – fino al 10 luglio – gli operai completeranno le ultime lavorazioni di finitura, ma le attività si svolgeranno all’esterno della sede autostradale. L’intervento complessivo in comune di Duino Aurisina è consistito nella posa di circa 18 mila metri quadri di barriere fonoassorbenti di un’altezza che oscilla fra i 4 e i sei metri e fa parte di un piano di opere finalizzate a ridurre il più possibile l’inquinamento acustico; piano del valore di 5 milioni e 200 mila euro

Il commento di Nicoli (FI)

"Finalmente, anni di segnalazioni dei residenti hanno una risposta: non posso che esprimere soddisfazione, in quanto il sottoscritto e altri esponenti di Forza Italia si erano fatti portavoce di questa situazione, per la posa delle barriere fonoassorbenti nel tratto autostradale nel territorio di Duino Aurisina". Così il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale, Giuseppe Nicoli, commenta con una nota i lavori di posa "di 18mila metri quadrati di barriere fonoassorbenti lungo la A4, per un investimento da 5,2 milioni di euro da parte di Autovie Venete. Da anni - osserva Nicoli - sottoponevamo a chi di dovere la mancanza di barriere in questo tratto, situazione intollerabile per i residenti nelle vicinanze dell'autostrada". "Così come da tempo - sottolinea il forzista - rilevo la necessità di barriere antirumore anche lungo le tratte ferroviarie che attraversano i centri abitati della nostra regione, laddove ne sono ancora sprovviste: interventi che, secondo le tempistiche stabilite nei relativi piani, avrebbero dovuto già essere completati da anni. I residenti che abitino vicini a un'autostrada o a una linea ferroviaria, hanno diritto a non subire più i gravi disagi dovuti al rumore di veicoli o treni". ACON

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Dinner cancelling: come funziona la dieta seguita da Fiorello per dimagrire

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • I migliori panifici di Trieste secondo il Gambero Rosso

  • Il Wi-Fi in casa è pericoloso per la salute: l'Iss fa chiarezza

  • Indietro fino ad inizio ottobre, nei 1432 positivi di oggi "pesano" i dati di Insiel

Torna su
TriestePrima è in caricamento