Covid-19, il Comune rinnova l'ordinanza "anti movida"

Il Comune di Trieste ha rinnovato l'ordinanza che vieta espressamente "bevande in contenitori di vetro e di bevande alcoliche in qualunque contenitore" in diverse zone della città tra le 22 e le 5 del mattino

Foto Aiello

Il Comune di Trieste ha emesso un'ordinanza in vigore dalle ore 00:00 di sabato 1 agosto a tutto il 15 ottobre 2020 che vieta di portare con sé "bevande in contenitori di vetro e di bevande alcoliche in qualunque contenitore", al fine di evitare episodi di assembramento, a scopo di prevenzione dal contagio da COVID-19. Dalle ore 22.00 alle ore 05.00 non sarà consentito detenere e consumare, bevande di qualsiasi genere in bottiglie o contenitori di vetro, nonché alcolici (bevande con titolo alcolometrico superiore a 1,2 gradi) in qualunque tipo di contenitore, su area pubblica o privata ad uso pubblico Consentita invece la consegna a domicilio limitatamente al trasporto. Non vi è alcuna differenza rispetto a quella emessa il 12 giugno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La somministrazione, da parte degli esercenti pubblici esercizi di bevande a favore di clienti che usufruiscono dell'eventuale posteggio esterno dei rispettivi esercizi nel rispetto degli orari e prescrizioni previsti dal Regolamento per la convivenza tra le funzioni residenziali e le attività di esercizio pubblico e svago nelle aree private, pubbliche e demaniali.
Le prescrizioni si applicheranno nell'area perimetrata dalle seguenti vie e piazze: Largo Città di Santos, piazza della Libertà, via Pauliana, via Udine, via S. Martiri, piazza Dalmazia, via Fabio Severo, via Papiniano, via Coroneo, via Rismondo, via Rossetti, via Pascoli, piazza Garibaldi, via del Bosco, piazza Vico, via Bramante, via San Giusto, via San Michele, via Cavana, via SS. Martiri, largo Papa Giovanni, via dell'Università, salita Promontorio, via Lazzaretto Vecchio, via Economo, via di Campo Marzio, Largo Chino Alessi, via Giulio Cesare – comprensiva dell'area di parcheggio antistante lo stabilimento balneare la Lanterna - e le Rive, da via Giulio Cesare a piazza della Libertà; nonché viale Miramare, nel tratto compreso da via Almerigo Grilz fino all’ingresso del Castello di Miramare comprensivo della via Grilz stessa e dei tratti pedonali, banchine lungomare, stabilimenti balneari ed aree verdi; la suddetta area va estesa anche alla Riva Traiana sino all'ingresso del Porto Nuovo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ministro Speranza ha deciso: tampone obbligatorio per chi torna dalla Croazia

  • Tamponi al rientro dalle vacanze in Croazia: cosa dice l'ordinanza

  • Bonus da 600 euro, anche il consigliere regionale Franco Mattiussi tra i beneficiari

  • L'Italia e la Slovenia isolano la Croazia, l'Istria "sbotta" e scrive a Zagabria

  • Obbligo di tampone al rientro dalla Croazia, le indicazioni dell'Azienda Sanitaria

  • Nascondeva un arsenale da guerra in casa: arrestato 60enne a Muggia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento