rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca

Bike sharing finalmente al via a Trieste: investimento di 390 mila euro

È stato pubblicato sul sito del Comune di Trieste il Bando di gara per “l'affidamento della fornitura e posa in opera di un sistema di bike sharing”. I termini per la presentazione delle domande di partecipazione al bando sono fissati al 12 febbraio 2016

L'Amministrazione Comunale di Trieste continua a occuparsi del tema della mobilità sostenibile e più in particolare di quello relativo alla ciclabilità.

Dopo la recente approvazione del progetto per la realizzazione dell'itinerario ciclabile di collegamento tra Campo Marzio e la pista ciclo-pedonale “Cottur” in via Orlandini, il Comune di Trieste promuove ora un servizio di bike sharing sul proprio territorio comunale. Come sottolinea l'Assessore alla Pianificazione Urbana, Mobilità e Traffico Elena Marchigiani "si tratta di un servizio che mette a disposizione biciclette, dislocate in diversi punti della città in appositi ciclostalli raggruppati in “ciclostazioni”, da utilizzare per brevi spostamenti all'interno del territorio comunale. È un servizio innovativo per Trieste, che potrà essere fruito sia dai cittadini sia dai turisti, promuovendo una diversa mobilità a partire dalle aree centrali e dai collegamenti con i principali poli culturali e del tempo libero. Pur avendo un budget non certo ampio, abbiamo lavorato per introdurre anche un numero minimo di bici a pedalata assistita, che potrà essere ulteriormente e auspicabilmente aumentato in sede di offerta da parte dei partecipanti alla Gara europea indetta per la selezione dell'attuatore". 

Gli obiettivi che l'amministrazione comunale intende perseguire con l'attivazione di questo servizio sono molteplici: favorire l'uso di mezzi non inquinanti per una riduzione del traffico automobilistico privato, delle congestioni stradali e dell'inquinamento atmosferico e acustico, incentivare l'intermodalità dei trasporti, offrire una modalità di trasporto alternativa per i viaggi di prossimità, migliorare la fruibilità della città e la qualità della vita promuovendo uno stile di vita più sano.

È stato pubblicato sul sito del Comune di Trieste (all'indirizzo: https://bandieconcorsi.comune.trieste.it/) il Bando di gara per “l'affidamento della fornitura e posa in opera di un sistema di bike sharing; seguirà la pubblicazione per estratto su quattro quotidiani italiani, sulla G.U.C.E. e sulla G.U. I termini per la presentazione delle domande di partecipazione al bando sono fissati al 12 febbraio 2016.

Trattasi di un appalto pubblico, come detto, per la fornitura e la posa in opera di un sistema di bike sharing prevedente il prelievo di biciclette pubbliche, tradizionali e a pedalata assistita, presso apposite stazioni di ricovero e il deposito anche in siti diversi da quelli del prelievo.

É prevista in tal senso l'installazione di 9 stazioni di ricovero per la distribuzione automatica di biciclette per un totale di 148 ciclostalli e  92 biciclette, di cui almeno 9 a pedalata assistita. Le “ciclostazioni” sono previste nelle seguenti località all'interno del territorio comunale: piazza Libertà-Stazione Centrale, piazza Oberdan-Stazione Tram di Opicina, via del Teatro Romano, Riva del Mandracchio, piazza Hortis, via Ottaviano Augusto-Riva Grumula, viale Miramare-piazzale 11 settembre, Viale XX Settembre-Teatro Rossetti, via Cumano. I luoghi, situati principalmente nell'area centrale della città, sono stati individuati tenendo conto dei punti d'interscambio modale, dei siti di interesse storico, artistico, culturale e naturalistico e di alcuni principali “siti” per il tempo libero.

Il costo complessivo dell'intervento ammonta a Euro 390.000 e rientra nel progetto “PISUS (Piano integrato di sviluppo sostenibile) finanziato dalla Regione FVG.

La procedura di gara è ristretta e il criterio di aggiudicazione è quello dell'offerta economicamente più vantaggiosa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bike sharing finalmente al via a Trieste: investimento di 390 mila euro

TriestePrima è in caricamento