Cronaca

Il Comune cambia "ammiraglia": bike sharing nelle mani della Trieste Trasporti

Nonostante da tempo nell'aria, l'accordo è stato ufficializzato solo oggi 24 marzo. Non cambia niente per i titolari del vecchio abbonamento, modifiche per i nuovi iscritti. Introdotto anche il profilo "turistico". Servizio in gestione fino almeno al 31 dicembre

Le indiscrezioni davano l'accordo per fatto già qualche settimana fa ma l'annuncio aziendale ha dovuto attendere l'ufficialità giunta solo oggi. Sarà la Trieste Trasporti a gestire da domani 25 marzo e almeno fino al 31 dicembre prossimo il bike sharing del capolugo regionale. L'azienda di trasporto pubblico locale subentra a Bicincittà, impresa torinese la cui app continuerà a funzionare durante tutto il periodo di gestione TT. Le voci di corridoio hanno messo in evidenza un cambio di passo scaturito, tra le altre, dall'insoddisfazione degli uffici comunali in relazione al servizio reso. 

Il cambio di passo

La Trieste Trasporti ha quindi raccolto l'invito dell'amministrazione Dipiazza, da tempo alla ricerca di un nuovo gestore per il servizio di noleggio bici che nel 2020 ha fatto registrare, al netto del "vuoto" creato dalla pandemia, numeri decisamente positivi. "Il cambio avviene in una delle fasi più critiche dell'emergenza sanitaria - così Aniello Semplice, amministratore delegato di TT - ed evitare gli spostamenti che non sono necessari deve essere oggi l'unica priorità". Secondo il numero uno dell'azienda, la valorizzazione del servizio (compresa l'integrazione con gli autobud ndr) avverrà "non appena il quadro epidemiologico lo consentirà". 

Il servizio del bike sharing

Con 12 ciclostazioni, 176 posti in rastrelliera e un centinaio di biciclette, il bike sharing triestino è diventato un punto di riferimento per i molti giovani ma anche per professionisti. In merito al cambio di gestione, la Trieste Trasporti fa sapere che nulla cambia per i titolari di un abbonamento in corso di validità, mentre per i nuovi iscritti cambieranno alcune regole. "Si prospetta un nuovo e più articolato piano tariffario - così la nota ufficiale -. Si potrà scegliere infatti fra tre possibili profili". Vediamoli. 

I tre profili: cosa cambia

1) Il primo, dedicato a chi usa sistematicamente il servizio, è un abbonamento annuale al costo di 12 euro (di cui 3 ricarica): il noleggio è sempre gratuito nei primi 30 minuti, poi ha un costo di 50 centesimi ogni mezz'ora fino alle prime due ore, e di un euro ogni mezz’ora dalla terza ora in poi.

2) Il secondo profilo è pensato per chi il bike sharing lo usa occasionalmente. In questo caso l’iscrizione è gratuita e illimitata e c’è una ricarica minima di 5 euro: il noleggio, dopo la prima mezz’ora a 50 centesimi, costa un euro ogni mezz’ora o frazione di mezz’ora.

3) La novità principale, vale a dire il profilo turistico: in questo caso il noleggio dura 24 ore, costa 8 euro e non prevede abbonamenti. La durata massima del noleggio, all’interno delle 24 ore, è di 360 minuti. Facendone richiesta al customer care, sarà sempre possibile passare dal profilo di utente sistematico a quello di utente occasionale, e viceversa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune cambia "ammiraglia": bike sharing nelle mani della Trieste Trasporti

TriestePrima è in caricamento