Cronaca

Coronavirus, Polidori: "Recuperare spese di eventi e spettacoli e reimpiegarli nella ripartenza"

Completato ieri, con l'esame degli ordini del giorno collegati, l'iter del nuovo bilancio di previsione 2020-2022 del Comune di Trieste. Il vicesindaco: "Rivedere e recuperare tutte quelle voci di spesa alle quali il Comune può, o necessariamente deve, fare a meno come conseguenza delle misure di restrizione"

“Questa Amministrazione ha avviato, fin dall’inizio dell’emergenza da Covid-19, un piano di interventi a favore di chi maggiormente si trova in situazioni oggettive di difficoltà: il primo provvedimento è stata la delibera di Giunta sul rinvio dei pagamenti di Tari, Cosap e imposta sulla pubblicità, anche e non solo per sostenere le aziende che più di altri in questo momento sono in sofferenza. Ma vale anche la pena di sottolineare la pronta risposta fornita con i buoni spesa, meccanismo complesso che è stato messo in moto in tempi davvero stretti". Lo ha dichiarato il  il Vicesindaco e assessore al Bilancio Paolo Polidori a seguito della riunione del Consiglio Comunale che ha avuto luogo ieri, con l'esame e la votazione degli ordini del giorno collegati al Bilancio di previsione 2020-2022, già approvato, come noto, nella precedente seduta.

"In tale ottica -continua Polidori -, una volta superato positivamente il voto sul Bilancio di previsione, la strategia sarà ora quella di operare una rivalutazione della situazione, andando cioè a rivedere e recuperare tutte quelle voci di spesa alle quali il Comune può, o necessariamente deve, fare a meno come conseguenza delle misure di restrizione: spese per manifestazioni, eventi, spettacoli, e più in generale tutte le risorse che devono essere reimpiegate per la fase di ripartenza, con un’attenzione imprescindibile sugli equilibri di bilancio. Ma serve e servirà certamente l’aiuto della Regione, del Governo e, chissà se ci sarà, quello dell’Europa. In tale contesto stiamo già lavorando da tempo con l’Amministrazione Regionale per elaborare e quindi attuare un piano di interventi concentrati sulla Tari, mirato in particolar modo al sostegno di quelle realtà economiche che hanno dovuto sospendere l’attività. Ecco perché il pur superato e pleonastico ordine del giorno presentato da alcuni consiglieri proprio sulla riduzione della Tari è stato fatto proprio dal sottoscritto, e quindi dalla Giunta del nostro Comune.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Polidori: "Recuperare spese di eventi e spettacoli e reimpiegarli nella ripartenza"

TriestePrima è in caricamento