rotate-mobile
Il report annuale / Barriera Vecchia - Città Vecchia / Piazza della Cattedrale, 2

Polizia locale: raddoppiate in un anno le denunce penali

Il report annuale presentato alla cerimonia per il 161esimo anniversario della fondazione del corpo. Aumentano di quasi un terzo gli indagati per stalking e abusi, incidenti stradali in leggero aumento, raddoppiano gli incidenti con fuga. Crolla il numero di multe per guida in stato di ebbrezza e cellulare alla guida, le sanzioni amministrative in ambito edilizio si dimezzano

TRIESTE - Raddoppiate nell’ultimo anno le denunce penali da parte della polizia locale, che riferisce anche un aumento di quasi un terzo degli indagati per stalking e abusi. Il numero di incidenti stradali è in leggero aumento ma sono in calo quelli con feriti, mentre raddoppiano i comportamenti scorretti rilevati dagli agenti subito dopo gli incidenti. Crolla il numero di multe per guida in stato di ebbrezza e cellulare alla guida, si dimezzano le sanzioni amministrative in ambito edilizio. Sono alcune delle novità che emergono dal report della polizia locale in occasione del il 161esimo anniversario della sua fondazione. La cerimonia si è tenuta ieri a San Giusto alla presenza del sindaco Roberto Dipiazza, il comandante Walter Milocchi, l’assessore comunale alla sicurezza Maurizio De Blasio e l’assessore regionale Pierpaolo Roberti, insieme a rappresentanti della polizia austriaca con la divisa storica e quelli della polizia slovena.

Reati penali

Nel dettaglio, relativamente alle fattispecie penali, il nucleo di polizia giudiziaria si è occupato di 870 notizie di reato contro le 770 dell’anno scorso, nel periodo che va dal primo aprile del 2022 al 30 marzo del 2023, ma il dato più eclatante riguarda le 200 persone denunciate (l’anno precedente 107). Anche il numero di indagini da parte del nucleo di polizia giudiziaria è vicino al raddoppio: 130 contro le 75 dell’anno prima, mentre le perquisizioni passano da 45 a 95. Inversione di tendenza, invece, riguardo agli arresti, che si dimezzano da 21 a 9.

L’aumento delle denunce, spiega il comandante Milocchi, dipende anche “dal nostro impegno sul territorio, anche se sul territorio vediamo in effetti un maggior numero di fatti di cronaca”. Su questo dato pesano anche le nuove assunzioni: 86 nel solo 2023 e che, al netto di pensionamenti e trasferimenti, si concretizzano in “una trentina di agenti in più sul territorio”, conferma il comandante. In merito al dimezzamento degli arresti, continua Milocchi, “ci sono state delle indagini più corpose rispetto al passato e a livello nazionale la tendenza è quella di attuare altre misure cautelari alternative all’arresto, come il divieto di dimora e il divieto di avvicinamento”.

Stalking e abusi

Aumentano quasi del 30 per cento i denunciati dal Nucleo contrasto violenza, stalking e abusi, che passano dai 69 del periodo a cavallo tra il 2021 e 2022, ai 98 di quest’ultimo anno. Questo dato, spiega il numero uno della polizia locale, “è un problema di cultura o mala cultura e purtroppo l’attività si fa sempre dopo che i fatti sono successi, ma cercando di muoversi prima che questi atti sfocino in qualcosa di definitivo”, oltre al fatto che "si è creato un rapporto di fiducia con associazioni del territorio che si occupano di donne e con la stessa procura della Repubblica che ritiene il nostro lavoro ben fatto, quindi ci dà un grosso numero di deleghe. Non lo vedrei come un fenomeno sociale, qualcuno ha collegato l’aumento di violenze domestiche alla pandemia, questo a livello statistico nazionale è parzialmente vero ma c’è anche un nucleo che ha sei anni e sta consolidando il suo rapporto di fiducia con le associazioni e la procura”.

Incidenti e violazioni stradali

Gli incidenti stradali, da 1954 salgono leggermente a 2000, ma calano quelli con feriti (da 767 a 735) e rimane stabile il numero di quelli con esito fatale (4). La novità più eclatante in ambito stradale è rappresentata dal raddoppio dei comportamenti scorretti dopo gli incidenti (da 161 a 335). Questo è dovuto in parte alla sempre maggior presenza di telecamere sul territorio che permettono di scovare i colpevoli della condotta illecita, ma anche da un’effettiva pervasività del fenomeno, che è “molto frequente, non tanto la fuga su incidenti con feriti ma soprattutto in caso di soli danni a veicoli in sosta” spiega Milocchi.

In merito alla sicurezza stradale le sanzioni da autovelox o telelaser sono 13.774, meno rispetto alle 15.638 dell’anno prima, e si registrano due dati interpretabili positivamnte: le sanzioni per uso di cellulare alla guida sono la metà dello scorso anno (da 929 a 547) e, similmente, le guide in stato di ebbrezza crollano da 213 a 121.

Nuclei specialistici e NIS 

In merito ai nuclei specialistici (ambiente, cantieri, consumatori, residenze), i controlli alle residenze sono passati da 4225 a 5010 mentre le violazioni amministrative nell’ambito dell’edilizia sono diminuite vertiginosamente (da 218 a 105). Relativamente al nucleo interventi speciali (NIS), si registra il raddoppio dei casi di accattonaggio, ma il fenomeno dei writers è in forte calo (da 30 sanzionati a 21). Da sottolineare che gli imbrattamenti a sfondo politico (molti, quest'anno, quelli contro la legge 41 bis) sono gestiti dalla Digos. Durante la cerimonia, tra i grandi cambiamenti per il corpo di polizia locale, sono stati ricordati l’adozione progressiva dell'arma, la formazione per tutto il personale, la revisione delle strutture operative e del back-office, il passaggio al servizioh24 e rivisitazione di tutti i servizi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia locale: raddoppiate in un anno le denunce penali

TriestePrima è in caricamento