Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Grignano

Dopo l'invasione di meduse arrivano le "alghe luminescenti" a Grignano

Una concentrazione insolitamente alta di microrganismi che sembrano vernice rossa sulla superficie dell'acqua, ma si tratta di esseri viventi che producono lampi di bioluminescenza quando vengono scossi dal moto ondoso

Una segnalazione da parte della Capitaneria di Porto alla Riserva naturale di Miramare: nel portocciolo di Grignano galleggia in queste ore una sostanza che sembra vernice rossa, ma l'esperto rassicura, niente di inquinante o pericoloso. Si tratta invece di microrganismi simili ad alghe, che hanno la proprietà di "brillare" al buio. La conferma arriva dal direttore dell'Area protetta marina di Miramare Maurizio Spoto, che spiega come la "noctiluca miliaris", questo il nome dell'organismo, sia giunta in abboondanza verso la costa a causa di un fenomeno simile a quello che ha portato il banco di meduse intorno al molo Audace qualche giorno fa.

“In questo periodo primaverile - spiega Spoto - notiamo che sulla superficie dell’acqua si concentra una fioritura di fitoplancton, di cui queste creature si nutrono, proprio come le meduse. In questo caso abbiamo a che fare con una specie che effettua la fotosintesi ma si nutre di plancton, quindi ha caratteristiche sia animali che vegetali. In questi giorni c’è stato un forte vento da ponente che le ha portate sotto costa. Quando sono mosse dalle onde si innesca questo meccanismo molecolare che crea lampi di bioluminescenza. Questa sera, con ogni probabilità, si potrà vedere un bellissimo spettacolo”. 

Si tratta comunque di un fenomeno del tutto innocuo e già verificatosi in queste acque, ma non con questa concentrazione e intensità.

B989882C-A59E-4771-AB66-B9A3970535A7-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo l'invasione di meduse arrivano le "alghe luminescenti" a Grignano

TriestePrima è in caricamento