Biotestamento, Grim (Pd): «Legge di civiltà», Savino (Fi): «Aprirà contenziosi»

Botta e risposta tra la segretaria regionale del Pd e i deputati di Forza Italia che affermano:«Il governo ha respinto gran parte delle nostre modifiche»

«Il ddl sul biotestamento approvato alla Camera è un passo in avanti in tema di diritti, materia sulla quale l’Italia è sempre stata fanalino di coda, ma ha saputo recuperare terreno negli ultimi anni, grazie all’impegno del Parlamento e con l’azione politica decisiva del Pd». Lo afferma la segretaria regionale del Pd Fvg Antonella Grim commentando il via libera di Montecitorio al provvedimento sul biotestamento.

Secondo Grim «il provvedimento approvato alla Camera, che auspico passi anche al Senato, non ha nulla a che fare con l’eutanasia, ma riguarda il consenso informato e le Dat. Definisce finalmente una cornice chiara in un campo privo di regole e garanzie uguali per tutti. E’ una legge responsabile, che tocca una materia che non deve finire vittima di strumentalizzazioni politiche, ma che va gestita con rispetto, serietà e buonsenso».

Così rispondono in una nota congiunta i deputati di Forza Italia Sandra Savino, Roberto Occhiuto, Lorena Milanato e Renata Polverini: «Abbiamo votato contro questo provvedimento sul cosiddetto biotestamento non perché siamo in disaccordo sulla necessità di regolamentare un argomento così delicato, semmai non abbiamo condiviso l'atteggiamento di Governo e maggioranza che, respingendo in larghissima parte le nostre proposte di modifica al testo, di fatto aprono una nuova stagione di contenziosi attribuendo, ancora una volta, ai giudici la possibilità di scrivere le regole».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Tuttavia, rivolgiamo - continuano i parlamentari azzurri - un ringraziamento particolare al collega Antonio Palmeri che, prima in Commissione e poi in Aula, ha seguito con responsabilità ed equilibrio un provvedimento complesso e delicato che ha toccato le coscienze di tutti. Grazie al suo lavoro il testo è stato in parte migliorato, ma questo non è stato sufficiente affinché noi potessimo sostenerlo con un voto favorevole».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ministro Speranza ha deciso: tampone obbligatorio per chi torna dalla Croazia

  • Tamponi al rientro dalle vacanze in Croazia: cosa dice l'ordinanza

  • Bonus da 600 euro, anche il consigliere regionale Franco Mattiussi tra i beneficiari

  • Rifiuta le sue avances e lui le sputa addosso: sconcerto in piazza Libertà

  • Nascondeva un arsenale da guerra in casa: arrestato 60enne a Muggia

  • Notte di San Lorenzo, ecco i 5 posti più belli dove ammirare le stelle cadenti a Trieste

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento