Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Blitz della guardia costiera a Grado: sequestrati 200 tra ombrelloni e sdraio

Sui proprietari pende una denuncia penale e delle sanzioni, ma saranno difficilmente applicabili perché è ovviamente ignota l'identità di colpevoli

Sulla spiaggia di Grado, nella notte precedente il venerdì 25 agosto, sono stati requisiti dalla Capitaneria di porto 200 oggetti tra ombrelloni, sdraio e lettini lasciati di notte dai bagnanti. Si tratta della spiaggia libera dopo lo stabilimento Lanterna Verde in direzione Pineta, che è stata scenario di un blitz notturno degli uomini di circomare: un'operazione che ha reso necessario l'uso di un camion apposito e l'intervento di alcuni dipendenti del Comune di Grado.

Fatto, questo, che ha lasciato sgomenti i bagnanti il giorno dopo, i quali sono stati informati che i beni erano stati regolarmente sequestrati perché lasciati la notte contro le disposizioni di legge. In poche parole: occupazione abusiva di un tratto di litorale. Una prassi consolidata, secondo le lamentele dei sanzionati che sono abituati da anni a lasciare le sedie sdraio e gli ombrelloni la notte per poterli occupare il giorno dopo, tuttavia la legge prevede chetutto debba essere sgomberato entro le 19 poiché, in quanto spiaggia libera, dev'essere lasciata libera il giorno dopo.

Tuttavia, per i proprietari dei beni il fatto è stato definito alquanto grave perché il regolamento non era stato segnalato da nessun cartello e perché il fatto potrebbe avere ripercussioni sul turismo locale. In ogni caso, su di loro pende anche una denuncia penale e delle sanzioni, ma saranno difficilmente applicabili perché è ovviamente ignota l'identità dei proprietari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz della guardia costiera a Grado: sequestrati 200 tra ombrelloni e sdraio

TriestePrima è in caricamento