Blocco fondi periferie, insorge Melara

Il Sindacato dei Pensionati Cgil: "Non è ammissibile che per fare propaganda su altri temi, il Governo tagli progetti concreti a favore degli abitanti dei rioni periferici"

Insorge il Sindacato dei Pensionati a Melara. A dettare la rabbia della Cgil sono i provvedimenti governativi che bloccano i fondi alle periferie e che hanno fatto discutere in questi giorni. 

"Gravissima decisione del Governo - si legge nel comunicato - che con una Legge blocca il progetto PRIUS per le periferie. Tutti i progetti e gli impegni di risanamento e miglioramento del complesso di Melara vengono così fermati: parcheggio, infissi, riscaldamento, telesorveglianza". 

I 18 milioni di finanziamento

"Il progetto, preparato dalla Giunta Cosolini e fatto proprio dall’attuale Amministrazione Comunale, era già stato approvato e finanziato per oltre 18 milioni. Come sapete, lo SPI aveva instaurato uno stretto rapporto con l’Ater ed il Comune per garantire la partecipazione degli abitanti di Melara in tutta la fase di realizzazione delle opere, e per monitorare i tempi di attuazione. Ora tutto viene rimesso in discussione.

"Non è ammissibile - conludono i pensionati del rione - che per fare propaganda su altri temi, il Governo tagli progetti concreti a favore degli abitanti dei rioni periferici e di Melara. Lo SPI di Melara si impegna a informare tutti gli abitanti sullo sviluppo di questa nostra mobilitazione affinché le promesse e gli impegni assunti vengano rispettati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento