Cronaca

Bodybuilding, Wabba: il triestino Massimiliano Calabrese campione del mondo “Men Model”

Il ventiquattrenne triestino si è laureato campione del mondo ad Abano Terme

Il giovane triestino Massimiliano Calabrese si è laureato campione del mondo di Bodybuilding (Federazione Wabba), dopo un’avvincente fase finale svoltasi nel week-end ad Abano Terme.

L’atleta triestino da quest’anno è allenato da Enrico Ramazzina, gestore delle palestre del gruppo “California”, sede degli allenamenti.

Il giovane è  volto molto noto nella movida triestina, essendo stato dal 2012 al 2015 cubista dello staff Xverso, scelto direttamente dall’occhio clinico ed attento di Stefano Rebek ed ha partecipato ad un paio di edizione di Mister Topolini, arrivando sempre alle selezioni finali.

«Sono davvero soddisfatto per questo grande risultato – riferisce Massimiliano. Mi ripaga di anni di duro lavoro in palestra. Mi alleno con costanza sin dal 2012, anno in cui ho preso parte per la prima volta a Mister Topolini. Frequentando la palestra, poi mi sono iniziato ad appassionare al mondo del fitness e del bodybuilding».

Il ventiquattrenne è arrivato alla fase finale dopo aver trionfato nel campionato Triveneto Wabba Word Italia a metà maggio, ripetendo come detto l’exploit anche nella finalissima nazionale a Roma di fine maggio che lo ha lanciato a livello mondiale, con la consacrazione finale ad Abano Terme il 5 giugno scorso».

«Per quanto concerne – sottolinea Massimiliano -  le prove del Triveneto e quella italiana, sono diventato campione della categoria “Man Fitness”. Per quanto poi riguarda la gara intercontinentale, cui hanno preso parte in totale cinque campioni, sono stato inserito nella categoria “Man Model”, che coniuga il bodybuilding con la moda».

«La competizione – continua il giovane -  prevedeva quattro pose obbligatorie, ognuna delle quali giudicata da una giuria di qualità composta da otto giurati, provenienti da ogni parte del mondo e da alcune pose libere. Il giudizio è stato determinato da diversi fattori, quali il portamento, la bellezza e ciò che si comunicava con i diversi movimenti».

«Non è vero che per diventare campioni – conclude Massimiliano – bisogna utilizzare sostanze dopanti. Basta allenarsi duramente in palestra, avere uno stile di vita sano, mangiare correttamente e dormire il giusto. Con tali ingredienti si possono raggiungere ottimi risultati. Ora mi prenderò una pausa di qualche mese, periodo nel quale mi sposerò, poi ricomincerò con le gare a fine 2016».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bodybuilding, Wabba: il triestino Massimiliano Calabrese campione del mondo “Men Model”

TriestePrima è in caricamento