Bollo auto, lo sconto piace (e fa calare l'evasione): come funziona

Sconto del 15% sul bollo auto per chi paga con domiciliazione bancaria: così in Lombardia è diminuita l'evasione sulla tassa. Perché non replicare anche in altre regioni?

In Lombardia chi paga il bollo auto con domiciliazione bancaria ha uno sconto del 15% sulla tassa. E' un'importante riduzione della pressione fiscale per i cittadini, un'agevolazione per i tanti automobilisti che devono utilizzare il mezzo privato per motivi di lavoro e per necessità. Come specificato dalla Regione Lombardia, la domiciliazione del pagamento del bollo auto prevede anche altri vantaggi: si paga una commissione di 1 euro per l'addebito (le altre modalità di pagamento prevedono commissioni superiori). E si paga sempre entro la scadenza, senza incorrere nelle sanzioni previste per il ritardato pagamento.

Il meccanismo è semplice e virtuoso: chi paga il bollo auto con domiciliazione bancaria ha uno sconto, e così diminuisce l'evasione, compresa quella "inconsapevole" legata ad una dimenticanza sulla scadenza dell'imposta. Al momento la Lombardia è l’unica regione italiana ad adottare sconti così importanti sul pagamento della tassa automobilistica. E ai cittadini lombardi lo sconto sul bollo auto piace eccome. La riduzione del 15% della tassa riservata a chi paga con domiciliazione bancaria ha infatti registrato un decisivo incremento confermato dai dati di gennaio. Per chi deve pagare il bollo auto con scadenza marzo 2020 ci sono ancora pochi giorni per beneficiare dello sconto.

Bollo auto, lo sconto piace: ecco come funziona

Diamo uno sguardo ai dati. A gennaio 110.073 persone hanno scelto la domiciliazione bancaria mentre 1.444 sono quelle giuridiche. Rispetto al gennaio dell'anno scorso i numeri sono cresciuti rispettivamente del 29% e del 359%. Chi ha usufruito dello sconto nel complesso ha versato 18.689.035,71 euro, con un risparmio medio di 29,41 euro, con una punta massima di 294,70 euro (nel 2019 sono stati 19,78 e 196,47). "Gli automobilisti lombardi a gennaio hanno risparmiato 3,28 milioni di euro", ha osservato l'assessore regionale a Bilancio, Finanza e Semplificazione, Davide Caparini. In base ai riscontri sul bollo auto con scadenza 31 gennaio, è stato registrato un gettito di 95.201.301 euro.

Bollo auto, qui il link per richiedere la domiciliazione bancaria

Dallo scorso ottobre, quando è stato annunciato l'incremento dello sconto sul bollo auto e moto, sono stati 89.494 i nuovi mandati inviati da privati, artigiani, professionisti e piccole e medie imprese (per le grandi imprese con più di 50 vetture lo sconto, invece, è rimasto invariato al 10%). Un raddoppio rispetto ai 39.637 dello stesso periodo del 2018. Nel solo mese di gennaio 2020 se ne sono aggiunti altri 23.672, arrivando così a 899.357 su un totale di oltre 7 milioni di bolli.

"Tra i vantaggi - ha continuato Caparini - anche 'zero stress' per le code agli sportelli, a tutto vantaggio della qualità della vita, e la certezza di non dimenticare la scadenza correndo quindi il rischio di incorrere in sanzioni per ritardi o mancati pagamenti. Registriamo un forte calo di emissione di avvisi di mancato pagamento - spiega Caparini -. Un trend che è anche indice di una netta diminuzione della cosiddetta evasione 'inconsapevole', quella per intenderci dovuta a dimenticanza e che porta a pagare sanzioni".

Con la migrazione dell'archivio Aci, da settembre 2018 è stato possibile isolare l'effetto sul calo dei mancati pagamenti dovuto proprio alla domiciliazione bancaria. A gennaio 2019 sono stati 260.690 gli avvisi emessi, contro i 307.268 dello stesso mese dell'anno precedente. A febbraio del 2019, l'ultimo al momento a disposizione, ne sono stati inviati a 197.096 contro i 218.225 di febbraio 2018. L'addebito in banca sino a oggi è stato scelto da 899.357 soggetti. In prevalenza si tratta di automobilisti uomini: sono 559.315. Le donne si attestano a 324.684. La fascia d'età prevalente è quella over 60, con 323.474 mandati (tra 50 e 59 anni 226.654, tra 30 e 49 anni 308.910, sotto i 30 anni 29.468). "Come avevamo previsto, questa misura che abbassa il carico fiscale sui cittadini, sulle aziende e aiuta il budget familiare - ha sottolineato l'assessore -, ha amplificato la sua attrattività con l'aumento dello sconto. Abbiamo premiato coloro che pagano con regolarità, semplificandogli anche la vita, contribuendo a ridurre l'evasione".

Chi ha il bollo in scadenza il 31 marzo ha ancora tempo qualche giorno per poter usufruire già da quest'anno dello sconto del 15%. Per averne diritto si deve, infatti, far pervenire il mandato di pagamento alla Regione entro il giorno 15 o alla fine del mese precedente quello della scadenza. Le due date valgono rispettivamente nel caso di invio per posta ordinaria oppure online, tramite l'Area Personale Tributi. Per l'operazione di pagamento tramite domiciliazione bancaria il costo è di 1 euro.

Ecco chi può aderire a questa agevolazione sul pagamento del bollo auto. Nel dettaglio, possono aderire:

le persone fisiche residenti in Lombardia o iscritte all’Anagrafe Italiani Residenti all’Estero (A.I.R.E.), proprietarie di uno o più veicoli o locatarie (solo se il contratto di locazione decorre dal 1° gennaio 2017);
le persone fisiche che intendono pagare per conto del proprietario/locatario di un veicolo (per esempio: coniuge, convivente, figlio, nipote, ecc.);
le persone giuridiche, pubbliche e private, che risultino proprietarie o utilizzatrici per un numero non superiore a 50 veicoli, con le modalità indicate in questa scheda o, se proprietarie o utilizzatrici di un numero di veicoli superiore a 50, attivando il pagamento cumulativo, per il quale la riduzione resta del 10%.

Se invece il veicolo è intestato a più persone, la richiesta di domiciliazione deve essere inoltrata dal soggetto indicato per primo sulla carta di circolazione. E' possibile domiciliare anche il pagamento del bollo per un veicolo di nuova immatricolazione (con scadenza alla fine del mese successivo a quello d'immatricolazione) solo se il mandato perviene a Regione Lombardia entro i termini di seguito indicati. La domiciliazione bancaria resta valida anche per gli anni successivi ma può essere revocata (annullata) in qualsiasi momento (leggi come: qui le informazioni). La domiciliazione bancaria non è prevista per il pagamento della tassa di circolazione, dovuta per i veicoli ultratrentennali, e per i rimorchi con massa inferiore a 3,5 tonnellate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Malore in acqua, il giovane alpinista Gianni Cergol non ce l'ha fatta

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Sfonda la porta di casa del cugino ai domiciliari e l'accoltella: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento