Cronaca

Borseggiatrice Seriale Fermata dalla Polizia, Utilizzava con una Complice la Tecnica della "Giacca Sporca"

Nel mirino delle giovani malviventi soprattutto le anziane signore fuori dagli uffici pubblici Alla Polizia sono giunte segnalazioni secondo le quali una coppia di giovani donne, che si presentano in modo distinto e premuroso, avvicina persone...

Nel mirino delle giovani malviventi soprattutto le anziane signore fuori dagli uffici pubblici

Alla Polizia sono giunte segnalazioni secondo le quali una coppia di giovani donne, che si presentano in modo distinto e premuroso, avvicina persone anziane, quasi esclusivamente donne, all'esterno di uffici postali, banche, supermercati, ma anche in altri luoghi, e avvisano la malcapitata della presenza di "sporcizia" sulla parte della schiena dell'indumento indossato. Ovviamente le due giovani donne si offrono anche di pulire lo.

Ma la "sporcizia" in questione, stucco, fango, schiuma da barba, panna spray e altro, viene applicato poco prima dalle stesse sorridenti e garbate signore.

La donna che accetta l'aiuto va incontro al sicuro borseggio. Si toglie la giacca e, mentre una delle due l'aiuta nell'operazione di smacchiatura, l'altra approfitta della situazione per infilare le mani nella borsetta e sottrarre il portamonete. Seguono, sorrisi, ringraziamenti e saluti molto cordiali.

Le dichiarazioni delle persone che sono state raggirate e borseggiate sono state concordi nel fornire la descrizione di una donna sui 25-30 anni, magra, con capelli castano chiari raccolti a coda di cavallo, e un'altra più giovane, robusta, con capelli scuri dritti di lunghezza media sopra le spalle.

Le indagini avviate dagli operatori del Commissariato di P.S. di San Sabba hanno permesso di individuare una delle due autrici dei furti, quella di corporatura robusta, K.M., di anni 22, che è stata denunciata a piede libero all'autorità giudiziaria per il reato di furto aggravato continuato.

Le indagini sono ancora in corso e puntano, oltre ad individuare altre vittime che magari non hanno presentato denuncia, a ricostruire l'intera sequenza dei furti, e ad identificare la complice di K.M..

Il raggiro viene perpetrato in modo odioso verso persone che hanno, in quelle occasioni, una capacità di difesa diminuita, dall'approccio convincente, dai modi gentili e premurosi, e dalla grande disponibilità ed apertura delle due malviventi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borseggiatrice Seriale Fermata dalla Polizia, Utilizzava con una Complice la Tecnica della "Giacca Sporca"

TriestePrima è in caricamento