rotate-mobile
Cronaca

“Botta&Via”, le pagine dei sogni erotici più segreti dilagano anche a Trieste

Gli amministratori «è un gioco per farsi un paio di risate esorcizzando un grande tabù della nostra società che è il sesso»

Grande successo anche in città per le pagine Facebook “Botta&Via”, in cui gli utenti possono liberarsi dei propri freni inibitori enunciando chi siano le persone dei loro sogni erotici ( e spesso le stessa fantasie hard  rendendo in tal modo più piccante ed interessante il messaggio).

Il funzionamento è piuttosto semplice: l’utente scrive un messaggio privato all’amministratore, con nome e cognome della persona a cui si vuole indirizzare il messaggio ed il commento seguente.

L’amministratore poi posta pubblicamente il commento, censurando l’autore del messaggio e pubblicando però l’identità del destinatario (ovviamente inconsapevole).

In città si sono sviluppate al momento due pagine tematiche: una generica dal titolo “Botta&Via Trieste e dintorni” (link qui), mentre la seconda è dedicata all’ambito universitario “Botta&Via – UNITS” (link qui).

Ma queste pagine violano la privacy degli utenti o il regolamento di Facebook? Stando a quanto scritto sul web diverse sono state le segnalazioni al social da parte degli utenti utenti nelle altre pagine dedicate in giro per l’Italia. Contattato l’amministratore della pagina “Botta&Via Trieste e dintorni” ci fa sapere che «Se la denunceranno, noi la riapriremmo postando tutto da capo. Mi salvo ogni volta i messaggi di tutti, anche se non capisco per quale motivo dovrebbero farlo».  

Conclude spiegando che «Cerchiamo sempre di non mettere nome e cognome e per di più prendiamo un pubblico soprattutto giovanile .che sa sia apprezzare il complimento e magari riderci su».

L’amministratore della pagina “Botta&Via – UNITS” ci tiene immediatamente a chiarire che «la pagina ha un intento comico, di intrattenimento. Non c'è l'intenzione di offendere alcuno, anzi. Tutti i messaggi ritenuti eccessivamente  volgari o offensivi, non vengono nemmeno pubblicati. Per quanto riguarda la violazione di privacy, nomi e cognomi di persone vengono scritti completamente solo in situazioni eccezionali.  Ovvero, io conosco i soggetti personalmente e sono conscio che trovino divertente uno stato pubblicato sul loro conto. Altrimenti si è sempre provveduto ad abbreviarne i nomi, citandone solo ed esclusivamente le iniziali».

Per quanto poi riguarda il rischio di segnalazione della pagina stessa sia a Facebook che alle autorità giudiziaria l’amministratore continua spiegando che «è solo una pagina, un gioco per farsi un paio di risate esorcizzando un grande tabù della nostra società che è il sesso! Che venga bannata! Insomma è solo una pagina! Ci sono problemi più gravi! Invece per quanto riguarda le denunce, qualsiasi persona si senta offesa da un post ha la possibilità di informarci, e noi provvederemo all'immediata eliminazione di tale elemento. In caso le persone volessero avviare una causa legale, si troverebbero davanti ad un fantasma. Le magie della rete, ti permettono di fare qualsiasi cosa con un profilo falso».

Infine l’amministratore ribadisce che «l'intento è umoristico, farsi qualche risata davanti a un paio di dichiarazioni comicamente velate, non ha mai ucciso nessuno! Ho aperto la pagina appunto per creare un piccolo diversivo allo studio, nulla di più. Il lato più carino di tutto, è sapere chi ci invia le segnalazioni, amici burloni, ex ragazze incazzate, è tutto molto divertente!».

In allegato alcuni dei più divertenti e simpatici post pubblicati sulle due pagine.

1) "Bel moretto la tua mascella e i tuoi occhi di ghiaccio ci hanno fatto passare la fame. Sei l'edward cullen della mensa.. Mangeremmo anche la pasta pasticciata della dussman pur i sapere il tuo nome! Vorremmo avere un pezzo della tua pizza!"

2) "Ragazzo alto, biondo e sicuro di sé, non fa altro che ripetere di essere bello, intelligente e divino nei locali con gli amici. Beh, bello lo sei davvero, ci hai colpite. La tua sicurezza probabilmente si riflette a letto, una botta te la daremo tutte, anche se sappiamo che hai la morosa "

3) "Michele P. ogni giorno "sprechi" un' immensa energia su quei noiosi libri, sarei onorata se almeno un giorno la sprecassi con me per una botta & via. M.E."

4) Forse e ancora presto..per una ricerca cosi..siamo ancora in pochi..ma la speranza e l utima a morire..e giuro...che continuero a insistere..sperando che la trovi prima o poi. Un mesetto fa ho incontrato una ragazza in treno mora con il septum e un national geographic..immagino studi a Trieste..é scesa a latisana..vorrei reincontrarla..é da quando l'ho vista che vado tutti i giorni in stazione ma non la becco mai..aiutatemi cazzo.

Buon divertimento e buoni sogni erotici a tutti!

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Botta&Via”, le pagine dei sogni erotici più segreti dilagano anche a Trieste

TriestePrima è in caricamento