rotate-mobile
L'operazione della Gdf / Chiarbola - Servola - Valmaura / Via Carlo Errera

Distrutta la droga dei narcos: due quintali di cocaina inceneriti nel termovalorizzatore

La sostanza stupefacente è frutto di un importante sequestro avvenuto nel settembre del 2023 da parte della guardia di finanza di Trieste. In quell'occasione erano state arrestate 21 persone tra Italia e Colombia. Le foto di Giovanni Aiello

TRIESTE - Sono stati inceneriti oggi nel termovalorizzatore di via Errera circa due quintali di cocaina, frutto di un importante sequestro avvenuto nel settembre del 2023 da parte della guardia di finanza di Trieste. In quell'occasione erano state arrestate 21 persone tra Italia e Colombia e sequestrati 700mila euro in contanti e 700 chili di cocaina. Il valore di acquisto di questa sostanza stupefacente si aggira intorno ai 15 milioni e mezzo di euro e, sul mercato finale, ne avrebbe fruttati dai 70 agli 80. Il sequestro ha colpito l’Ejercito de Liberation National (ELN), gruppo paramilitare rivoluzionario della Colombia, oltre a diversi gruppi criminali acquirenti, di origine francese, marocchina nonché collegati a importanti realtà di ‘ndrangheta e camorra attive in Italia. Oggi la guardia di finanza ha così eseguito l'ordine di distruzione di due dei sette quintali di stupefacente, trasportandoli con i suoi mezzi. Sul posto anche le motovedette della Gdf. 


IMG_5497
IMG_5499
IMG_5500

IMG_5498
IMG_5503-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distrutta la droga dei narcos: due quintali di cocaina inceneriti nel termovalorizzatore

TriestePrima è in caricamento