Martedì, 23 Luglio 2024
Stop alle ricerche

Stanka e Bruno svaniti nel nulla, sospese le ricerche

La prima era scomparsa dalla sua abitazione di Sales, in comune di Sgonico, mentre il signor Makarovic si era allontanato dalla casa di riposo Santa Chiara di via Maovaz, nel rione di Borgo San Sergio

TRIESTE - Una ricerca è durata circa una settimana, l'altra quattro giorni. Sono state sospese le operazioni di ricerca di Bruno Makarovic e Stanka Mokole, svaniti nel nulla il 12 e 16 giugno scorsi, rispettivamente dalla casa di riposo Santa Chiara di Borgo San Sergio e dalla sua abitazione di Sales, in comune di Sgonico. Il signor Bruno, affetto da demenza senile, si era allontanato dalla struttura di via Maovaz, con la stessa casa di riposo che dopo la scomparsa aveva allertato i famigliari. La signora Stanka, che soffre di Alzheimer, ha fatto perdere le sue tracce e di lei non si sa ancora nulla nonostante nei giorni scorsi decine e decine di volontari l'abbiano cercata in Carso. 

Le parole della sindaca di Sgonico

Sul caso della Mokole è intervenuta anche la sindaca di Sgonico, Monica Hrovatin. “In serata gli organi competenti hanno deciso di sospendere le ricerche della signora in attesa di nuovi elementi che possano dare adito alla riattivazione. In questi giorni si sono prodigate decine e decine di volontari e professionisti ai quali va tutta la gratitudine della nostra comunità. Continuiamo a tenere alta l’attenzione nei prossimi giorni, è il modo migliore per dimostrare la solidarietà nei confronti di Stanka e la sua famiglia”. 

Il lavoro dei cani

Per quanto riguarda il Makarovic nei giorni scorsi era emersa una potenziale traccia. A fiutarla erano stati i cani impegnati nelle ricerche che avevano individuato un percorso in direzione del comprensorio Ater di via Grego, a poca distanza dalla casa di riposo e conosciuto come "case dei puffi". Ma in quell'occasione, poco dopo, la segnalazione era risultata negativa. Erano stati i famigliari a consegnare una giacca dell'anziano ai volontari dell'Associazione nazionale polizia di Stato. I cani l'hanno annusata e si sono messi sulle tracce dell'uomo. Il dettaglio individuato dai cani, come avevano fatto sapere i volontari, potrebbe però anche essere antecedente alla scomparsa del signor Bruno. I famigliari, infatti, lo accompagnavano spesso a fare delle passeggiate nei dintorni. "La traccia potrebbe essere vecchia" così uno dei volontari impegnati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stanka e Bruno svaniti nel nulla, sospese le ricerche
TriestePrima è in caricamento