Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Bugie e potere: il Teatro dell’Elfo di Bruni e De Capitani al Teatro di Monfalcone

Doppio spettacolo giovedì 4 e venerdì 5 dicembre alle ore 20.45

Foto Laila Pozzo

La stagione di prosa del Teatro Comunale di Monfalcone prosegue, giovedì 4 e venerdì 5 dicembre alle ore 20.45, con un nuovo appuntamento della rassegna “contrAZIONI – nuovi percorsi scenici” dedicata alla drammaturgia contemporanea e alla scena emergente italiana. Frost/Nixon, prodotto dal Teatro dell’Elfo insieme al Teatro Stabile dell’Umbria, è il nuovo spettacolo diretto e interpretato da Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani, applaudito nel corso della passata stagione da un pubblico numerosissimo e accolto dalla critica come “uno dei punti più alti della storia della compagnia”.

Dopo i successi di Angels in America e The History Boys, la compagnia dell’Elfo (in scena anche Luca Toracca, Alejandro Bruni Ocaña, Claudia Coli, Matteo de Mojana, Andrea Germani e Nicola Stravalaci) propone il testo del 2006 del drammaturgo e sceneggiatore Peter Morgan (autore, fra gli altri, del premiatissimo film The Queen): una pièce di grande successo, che valse il Tony Award a Frank Langella come miglior attore protagonista e da cui Ron Howard nel 2008 realizzò un film da 30 milioni di dollari d’incasso.

Frost/Nixon punta i riflettori sul primo caso storico di giornalismo-spettacolo e diventa un vero e proprio match fra il potere politico e quello mediaticoNucleo della pièce è l’intervista che l’anchorman David Frost fece nel 1977 a Richard Nixon (che si era dimesso nel 1974), al termine della quale l’ex Presidente confessò lo scandalo del Watergate e i limiti morali del potere. La confessione (avvenuta negli ultimi secondi della trasmissione) di un uomo combattivo e orgoglioso, messo alle corde dalla precisione delle domande, delle date e dei riscontri. Sulla scena, un intenso duello che vede Bruni e De Capitani sfidarsi in un’interpretazione assolutamente magistrale.

Lo spettacolo racconta l’avventura produttiva che portò a questo successo: il lavoro del gruppo di coraggiosi giornalisti che collaborarono con Frost, la trattativa con il leggendario “Swifty” Lazar (agente di Nixon come delle più grandi star di Hollywood), l'ostracismo dei grandi network, la devozione degli uomini del Presidente. E trasforma il palcoscenico in uno studio televisivo degli anni Settanta, facendo rivivere un evento mediatico rimasto nella storia. La serie di quattro interviste che Frost riuscì a ottenere da Nixon, pagandogli un ricchissimo cachet, sono infatti passate alla storia non solo per lo scoop fenomenale della confessione ma anche per l'incredibile e avventurosa costruzione del progetto, estraneo – se non addirittura avverso – alle reti televisive ufficiali.

In primo piano, l’attualissima riflessione sui limiti e le contraddizioni del potere politico e di quello mediatico, sui confini più che mai labili fra politica e show business.

Frost/Nixon  si replica, nell’ambito delle stagioni del circuito dell’Ente Regionale Teatrale del FVG, all’Auditorium Comunale di San Vito al Tagliamento sabato 6 dicembre.

Biglietti in vendita presso: Biglietteria del Teatro (tel. 0481 494 664, da lunedì a sabato, ore 17-19), Ticketpoint di Trieste, Libreria Antonini di Gorizia, ERT di Udine, Biblioteche Comunali di Monfalcone, Pieris e Turriaco e on line sul sitowww.pointticket.it. Ulteriori informazioni su www.teatromonfalcone.it.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bugie e potere: il Teatro dell’Elfo di Bruni e De Capitani al Teatro di Monfalcone

TriestePrima è in caricamento