menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bullismo omofobico, dalla Regione 16.000 € per il progetto “A scuola per conoscerci”

In questi nove anni di attività il progetto ha visto coinvolti più di 11.000 studenti e studentesse di più di 30 scuole medie e superiori del Friuli Venezia Giulia

Il Consiglio Regionale, nell’ambito della legge di stabilità, ha adottato una norma che stabilisce le risorse finanziarie, 16.000 euro, per sostenere in forma sistematica il progetto “A scuola per conoscerci”, nato nel 2009 per prevenire e contrastare l’omofobia e il bullismo omofobico nelle scuole della Regione.
«Le associazioni Arcigay e Arcilesbica del Friuli Venezia Giulia - dichiarano i rispettivi Presidenti - apprezzano l’impegno di questa Regione nel sostenere un progetto che ha lo scopo di creare una rete di solidarietà e cooperazione all’interno della comunità scolastica, per consolidare la funzione della scuola come luogo sicuro ed inclusivo e per prevenire episodi di bullismo e di discriminazione nei confronti di adolescenti lesbiche, gay, bisessuali e transgender».

La tappa oggi raggiunta, rappresentata da questo importante riconoscimento e sostegno istituzionale al progetto, pone la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia all’avanguardia in Italia nell’impegno a promuovere la salute e il benessere delle studentesse e degli studenti Lgbti, poiché star bene a scuola è per tutte e tutti una condizione necessaria per l’apprendimento, la crescita, il dialogo e la relazione.
In questi nove anni di attività il progetto ha visto coinvolti più di 11.000 studenti e studentesse di più di 30 scuole medie e superiori del Friuli Venezia Giulia.
Nel corso degli anni, il progetto è stato patrocinato dai Comuni di Trieste, Udine e Pordenone, dalla Provincia di Gorizia, di Trieste e Pordenone, dalle Aziende per i Servizi Sanitari Triestina, Isontina, del Medio Friuli, Friuli Occidentale e Bassa Friulana.
Nell’anno 2013 il progetto è rientrato nell’ambito di una Convenzione tra Regione Autonoma Fvg, Ufficio Scolastico Regionale FVG, Università di Trieste – Dipartimento di Scienze della Vita e Arcigay/Arcilesbica del FVG. Nell’anno 2014, 2015, 2016 e 2017 il Progetto è stato finanziato dalla Regione Autonoma FVG come “Progetto speciale”, ai sensi dell’art. 7, comma 3 della L.R. 2/2006.

A maggio 2010 il progetto ha ricevuto l'importante apprezzamento da parte del Capo dello Stato, per il coinvolgimento di numerosi studenti «nella formazione civile contro ogni forma di intolleranza e di discriminazione», della Ministra Mara Carfagna e nel 2012 del Sottosegretario di Stato all’Istruzione Marco Rossi Doria.
Nel 2011 il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha conferito una medaglia di bronzo, quale premio di rappresentanza, a questo progetto: un’onorificenza con la quale viene manifestato il consenso del Capo dello Stato alle finalità perseguite da iniziative ritenute particolarmente meritevoli.
«Vogliamo qui ringraziare - concludono Nicosia, Vergara e Cattaneo - chi nelle istituzioni e nei propri ambiti professionali ha sostenuto e promosso questo progetto negli anni, in particolare la prof.ssa Loredana Panariti, Assessora al lavoro, formazione, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili, ricerca e università, la dott.ssa Ketty Segatti, Direttore dell'Area istruzione, formazione e ricerca della Regione Fvg, la prof.ssa Giovanna Pelamatti e il prof. Andrea Carnaghi dell’Università degli Studi di Trieste, la dott.ssa Margherita Bottino, responsabile scientifica del progetto, il prof. Davide Zotti, responsabile educativo del progetto, gli insegnanti e i dirigenti scolastici che in questi anni hanno promosso il progetto nelle loro scuole. Ed un grazie particolare al cuore pulsante di questo progetto, le volontarie e i volontari di Arcigay e Arcilesbica Fvg, che hanno permesso che questo progetto diventasse una realtà viva e utile per la nostra Regione».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Appartamento piccolo? I segreti per farlo sembrare più grande

Alimentazione

Utensili e stampi da forno in silicone: rischi per la salute

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento