rotate-mobile
Industria / Duino-Aurisina

Burgo: la cartiera di Duino venduta alla multinazionale Mondi

Saranno sviluppati prodotti ecosostenibili in sostituzione di quelli a base fossile. La cartiera continuerà la produzione di carta patinata con legno per tutto il 2023 garantendo il servizio ai clienti. La soddisfazione di Gabrovec: "Sembra garantito il livello occupazionale"

Burgo Group firma la cessione della cartiera di Duino alla multinazionale inglese Mondi, quotata al London Stock Exchange, primario produttore europeo nel settore del containerboard. "Burgo - comunica una nota del gruppo - rafforza in questo modo il suo piano strategico focalizzando le risorse sullo sviluppo di prodotti ecosostenibili in sostituzione di quelli a base fossile e sul mantenimento dell’attuale leadership sulle carte grafiche. Lo stabilimento di Duino, in accordo a quanto stipulato con Mondi, continuerà la produzione di carta patinata con legno per tutto il 2023 garantendo il servizio ai clienti. Burgo Group si occuperà della commercializzazione". Il closing è previsto per la seconda metà dell'anno 2022.

Grande sodisfazione del sindaco di Duino Igor Gabrovec, che parla di Mondi come di un "soggetto economico solido che sfiora i 9 miliardi di euro di fatturato annuo e che a breve presenterà un piano industriale che traccerà il futuro della storica cartiera di S.Giovanni di Duino".

Secondo Gabrovec "con la costituzione entro fine anno di una newco (new company), alla quale saranno trasferiti impianto, macchinari e dipendenti, sembra garantito il livello occupazionale come anche la ferma intenzione di rilanciare la produzione. In questa fase transitoria verrà proseguita la produzione della carta patinata che come sappiamo non ha un futuro commerciale. Seguirà invece tra il 2023 e il 2024 la riconversione degli impianti alla produzione di cartoncino ondulato da fibra di recupero". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Burgo: la cartiera di Duino venduta alla multinazionale Mondi

TriestePrima è in caricamento