menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Burla a Barcola: Paga se Vuoi Stendere l'Asciugamano

I Vigili di quartiere di Barcola sono stati presi d’assalto, ieri mattina, da cittadini in ansia per il loro futuro di bagnanti.Durante ieri notte, dall’inizio della Pineta al bivio di Miramare, ignoti hanno appeso in bella mostra sugli alberi, o...

I Vigili di quartiere di Barcola sono stati presi d'assalto, ieri mattina, da cittadini in ansia per il loro futuro di bagnanti.
Durante ieri notte, dall'inizio della Pineta al bivio di Miramare, ignoti hanno appeso in bella mostra sugli alberi, o dove capitava, fogli apparentemente ufficiali: in perfetto burocratese spiegavano che chiunque avesse voluto stendere l'asciugamano, sistemare la brandina o la ciotola del cane, avrebbe dovuto pagare al Comune un euro di occupazione suolo pubblico per metro quadro.

L'inosservanza dell'obbligo comportava una multa da 25 a 500 euro!
I fogli ricalcavano lo stile delle vere ordinanze comunali anche se non c'era traccia di intestazioni ufficiali.
Molti hanno letto il lungo testo provando a chiamare il numero telefonico riportato in fondo per eventuali informazioni e hanno scoperto - burla nella burla - che corrispondeva al centralino del quotidiano locale.
Questo ovviamente non è bastato a scongiurare il panico.
I vigili di quartiere hanno cercato di tranquillizzare tutti quanti a voce e togliendo subito personalmente tutti gli avvisi: nella vicenda è stato coinvolto anche l'Ufficio di Polizia giudiziaria per valutare eventuali risvolti penali di quello che al momento è solo uno scherzo ben riuscito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

social

Come cucinare una carbonara perfetta: la ricetta originale

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: calano isolamenti e ricoveri, a Trieste 167 contagi

  • Cronaca

    Vaccini: sospese le prenotazioni per gli under 60

  • Cronaca

    La Croazia riapre ai turisti: ecco le regole

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento