rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Bus, dietrofront di Trieste Trasporti: tesserino solo per gli abbonamenti annuali

Incontro tra i vertici dell'azienda e il sindaco Cosolini: la decisione aveva fatto alzare la voce ai politici di tutti i "colori"

Il sindaco Roberto Cosolini ha incontrato oggi pomeriggio (mercoledì 7 gennaio) i vertici di Trieste Trasporti, il presidente Giovanni Longo e dall’amministratore delegato Cosimo Paparo, con i quali ha voluto affrontare tempestivamente la questione della nuova disciplina del tesserino per il trasporto pubblico locale che, come è noto, ha suscitato molte reazioni negli ultimi giorni. 

Nel prendere atto che questo strumento esiste già nella maggioranza delle città italiane e che, a partire dal 2000, è stato introdotto per tutti i tipi di abbonamento nelle province di Udine, Gorizia e Pordenone, il sindaco e i vertici di Trieste Trasporti hanno esaminato la situazione triestina condividendo che, per gli abbonamenti mensili e quindicinali, allo stato attuale, vi sia espressa previsione di non sanzionabilità per la mancanza del tesserino, purché sia esibito un documento che attesti l’identità dell’abbonato. Per quel che riguarda invece gli abbonamenti annuali, il tesserino è  obbligatorio. In tal senso però, la Provincia e i Comuni potranno valutare e disporre misure ad hoc per agevolare particolari categorie e situazioni di svantaggio.  In prospettiva, il tesserino potrà essere uno strumento utile per accedere a modalità innovative di gestione degli abbonamenti.

Nel commentare l'incontro, il sindaco Cosolini ha  giudicato positivamente la facoltatività del tesserino per le tipologie di abbonamento mensile e quindicinale, prendendo atto contestualmente che l'azienda deve adempiere a una ben precisa direttiva sugli abbonamenti annuali.

Essendo quella del tesserino una previsione molto datata, il sindaco Cosolini  ha ribadito la massima disponibilità  a valutare con la Regione delle modalità innovative, in grado di garantire gli stessi obiettivi senza ulteriori oneri per cittadini  e utenti. Il primo cittadino ha inoltre auspicato  che, laddove introdotto, come nel caso degli abbonamenti annuali, il tesserino possa diventare, nel più breve tempo possibile, l'unico documento di abbonamento, peraltro ricaricabile, lanciando un preciso invito ad operare in questo senso al gestore del Trasporto Pubblico Locale.

Il Presidente di Trieste Trasporti spa, Giovanni Longo, in piena sintonia con il  Sindaco e condividendo quanto concordato - quindi la non sanzionabilità della mancanza del tesserino per gli abbonati mensili e quindicinali - consiglia ai cittadini di dotarsi dello stesso per tempo, per poter nel prossimo futuro godere dei benefici che potranno derivare dall’applicazione di forme di marketing tariffario specificamente dedicate ai clienti più affezionati, ovvero tutti gli abbonati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bus, dietrofront di Trieste Trasporti: tesserino solo per gli abbonamenti annuali

TriestePrima è in caricamento