rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Il fronte dei no

Ovovia, in migliaia sfilano per dire no al progetto

Almeno 2000 per gli organizzatori, mentre la questura ferma il numero dei manifestanti a poco meno di 1500. "Siamo contenti, ora il sindaco ci ascolti" così William Starc del Comitato

TRIESTE - Migliaia di triestini contrari al progetto della cabinovia hanno partecipato al corteo organizzato dal Comitato No Ovovia. Almeno 2000 persone per gli organizzatori, poco meno di 1500 per la questura di Trieste. La manifestazione è partita da piazza Oberdan e ha raggiunto, sfilando in via Roma e in piazza della Borsa, piazza Unità d'Italia. "Non ci siamo permessi di far numeri alla vigilia - così Willian Starc del fronte del No - ma siamo molto felici, è andata veramente bene. Il corteo è stato un modo di comunicare alla città che ci siamo e che i problemi legati al progetto esistono". Starc, dopo aver aperto la lista degli interventi una volta giunti davanti al municipio, ha voluto lanciare un appello al sindaco Roberto Dipiazza: "E' ancora in tempo per cambiare, un tempo diceva che è il sindaco di tutti. Troviamo un progetto alternativo, tutti insieme, ecco che in quel momento sarà veramente il primo cittadino di tutti". 

"Se le stime xe quele de Bernetti semo in 20 mila"

Tra le migliaia di manifestanti si sono visti numerosi esponenti politici del mondo dell'opposizione. Il consigliere di Punto Franco Francesco Russo, la segretaria provinciale del Partito democratico Caterina Conti con tutti i membri della segreteria, come pure i municipalisti di Adesso Trieste Riccardo Laterza, Giulia Massolino e Kevin Nicolini. Presenti anche i Cinque Stelle con Alessandra Richetti e il consigliere regionale Andrea Ussai. Ad organizzare il servizio d'ordine ci ha pensato la Cgil, mentre all'interno del corteo si sono visti anche i rappresentanti del Comitato No Green Pass, oltre a rappresentanti del WWF (l'ex rettore dell'Università degli Studi Maurizio Fermeglia), e delle diverse anime che compongono la galassia dei movimenti ambientalisti. Tornando ai numeri del corteo, tra i manifestanti è iniziata a circolare una frecciatina, con destinatario finale il Direttore del Dipartimento per i Lavori Pubblici del Comune di Trieste: "Se le stime xe quele de Bernetti, 'lora semo in ventimila". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ovovia, in migliaia sfilano per dire no al progetto

TriestePrima è in caricamento