Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Campagna "no f-35" : quattro i Parlamentari del Fvg che hanno Aderito...Finora

Riceviamo dalla "tavola per la pace del Friuli venezia Giulia" e pubblichiamo:Un ringraziamento agli onorevoli Serena Pellegrino di Sinistra ecologia e libertà, Aris Prodani e Valter Rizzetto del Movimento 5 stelle e Giorgio Zanin del Partito...

Riceviamo dalla "tavola per la pace del Friuli venezia Giulia" e pubblichiamo:
Un ringraziamento agli onorevoli Serena Pellegrino di Sinistra ecologia e libertà, Aris Prodani e Valter Rizzetto del Movimento 5 stelle e Giorgio Zanin del Partito democratico per la loro adesione alla Campagna NO F-35, e un invito agli onorevoli Tamara Blazina, Giorgio Brandolin, Paolo Coppola, Gianna Malisani, Ettore Rosato (Partito democratico) Massimiliano Fedriga (Lega nord) Gian Luigi Gigli (Scelta civica) e Sandra Savino (Partito della libertà) ad aderire alla Campagna contro l'acquisto dei discussi, costosissimi ed anticostituzionali cacciabombardieri F-35, sono stati rivolti ai deputati eletti in Regione dalla Tavola per la Pace del Friuli Venezia Giulia.
L'iniziativa fa parte della mobilitazione promossa in tutta Italia, con l'appello "La Camera voti la cancellazione del programma F-35" ( primi firmatari Ascanio Celestini - Luigi Ciotti - Riccardo Iacona - Chiara Ingrao - Gad Lerner - Savino Pezzotta - Roberto Saviano - Cecilia Strada - Umberto Veronesi - Alex Zanotelli ) e riguarda direttamente la nostra Regione.

Infatti, una volta riammodernate come annunciato dal presidente Obama, gli ordigni nucleari stoccati ad Aviano potranno esser trasportati dagli F-35.

Mentre a Ghedi le stesse armi di distruzione di massa sono concesse in uso, in base al principio della "doppia chiave", anche all'aeronautica italiana, in violazione del Trattato di non proliferazione nucleare.

Nei prossimi giorni la Camera dei Deputati discuterà una mozione di 158 parlamentari di SEL, PD e M5S, di cui quattro del Friuli Venezia Giulia, volta alla cancellazione della partecipazione italiana al programma per la costruzione e l'acquisto dei cacciabombardieri F-35 Joint Strike Fighter. In linea con le richieste e le indicazioni della campagna "Taglia le ali alle armi", che dal 2009 ha raccolto più di 80.000 firme di cittadini, che chiedono di bloccare questa scelta.

Spendere 14 miliardi di euro ( per comprare ) e oltre 50 miliardi per l'intera vita del programma di un aereo con funzioni d'attacco, capace di trasportare ordigni nucleari, mentre non si trovano risorse per il lavoro, la scuola, la salute e la giustizia sociale, è una scelta incomprensibile che il Governo deve rivedere.
Per questo chiediamo a tutti i deputati di sostenere la mozione e tutte le iniziative tese a fermare il programma F35, e a ridurre le spese militari a favore del lavoro, dei giovani, del welfare e di adottare misure atte a fermare l'impoverimento degli italiani.

Alessandro Capuzzo - Tavola per la pace del Friuli Venezia Giulia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campagna "no f-35" : quattro i Parlamentari del Fvg che hanno Aderito...Finora

TriestePrima è in caricamento