Campi profughi a Montebello e Roiano, Ugl Polizia: «Poco personale, impossibile garantire sicurezza»

Il segretario generale provinciale dell'Ugl Polizia, Alessio Edoardo ritiene preoccupante la possibilità di vedersi creare un campo profughi nella provincia e soprattutto all'interno di rioni popolosi come Montebello e Roiano.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Il segretario generale provinciale dell'UGL POLIZIA, ALESSIO Edoardo ritiene preoccupante la possibilità di vedersi creare un campo profughi nella provincia e soprattutto all'interno di rioni popolosi come Montebello e Roiano.

«Pur rassicurato la scorsa settimana dal nuovo Prefetto di Trieste, sulla possibilità immediata di insediare un campo profughi in città, sopratutto in luoghi poco idonei e vicini a poli scolastici, vogliamo far presente che, il personale della provincia non riuscirebbe a far fronte ad una vigilanza del sito e a garantirne la sicurezza per i cittadini».

Continua il segretario «la situazione di carenza dell'organico della Polizia è ben nota e denunciata da tempo ,non solo dalla nostra sigla sindacale , un'ulteriore impegno per vigilare su eventuali nuovi arrivi di profughi sarebbe quasi impossibile da affrontare a nostro parere».

«Speriamo che questa possibilità non rientri nell'ordine di idee del governo , visto anche il raggiungimento della quota di ospitalità prevista per la città di Trieste». 

Torna su
TriestePrima è in caricamento