Cronaca

Cani in cimitero: social divisi. Cosa ne pensi? (SONDAGGIO)

Un post di una signora nel gruppo Nimdvm ha scatenato la discussione: il custode ha negato l'ingresso al suo cane. In difesa della signora l'avvocato Patrizia Di Lorenzo, assistente zoofilo del Comune

I cani possono accedere al cimitero? Una domanda che sta dividendo la Trieste di Facebook da qualche giorno, ossia da quanto una signora ha postato nel gruppo Nimdvm quanto l'è accaduto quando, recatasi al cimitero di Sant'Anna, un custode ha negato l'ingresso al suo cane. 

La legge regionale (la 5/2015 che "liberalizza" l'accesso dei cani ai luoghi pubblici) parla chiaro, spiega l'avvocato Patrizia Di Lorenzo, dal 2015 assistente zoofilo del Comune: «I cimiteri sono aree pubbliche, che, come i giardini ed alcuni parchi, possono avere degi orari di apertura. La legge 20/12 ha annullato implicitamente ogni norma antecedente che conteneva limitazioni agli accessi degli animali. Pertanto non può essere vietato adun cittadino di entrare nel cimitero con il proprio cane».

Contrari in molti, proprietari e non, soprattutto per due apsetti: il decoro e l'igiene. «Se la città è piena di deiezioni canine irracolte e di urina di cani su muri e marciapiedi, cosa ai proprietari incivili di trattare anche il cimitero, un luogo sacro e che andrebbe rispettato (in silenzio), alla stregua del resto della città?», si chiede più di qualcuno. 

Voi cosa ne pensate? 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cani in cimitero: social divisi. Cosa ne pensi? (SONDAGGIO)

TriestePrima è in caricamento