Cronaca

Caos Tasi, Imu, Tari… tutti in fila all'Esatto

11.50 - Il Comune ha diramato un comunicato stampa con scadenze e chiarimenti, ma sono oltre duecento le persone in fila ogni giorno negli uffici di piazza Sansovino

foto di repertorio

«In questi giorni i contribuenti triestini possessori di abitazione principale hanno ricevuto o riceveranno gli avvisi di pagamento relativi alla TASI con scadenza di pagamento 16 ottobre (acconto) e 16 dicembre (saldo) - spiega il comunicato stampa del Comune di Trieste -. Tutte le informazioni relative al nuovo “Tributo sui servizi indivisibili” (TASI) sono reperibili sul sito internet del Comune di Trieste all’indirizzo https://tributi.comune.trieste.it/tasi/. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi agli uffici di Esatto S.p.A. di piazza Sansovino 2, aperti lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 9.00 alle 16.00 e mercoledì e sabato dalle 9.00 alle 13.00, oppure tramite il numero verde 800800880 o il form di contatto del sito www.esattospa.it».

Proprio negli uffici della società per la gestione delle entrate comunali, i triestini stanno perdendo anche intere giornate in fila: infatti sono oltre duecento gli utenti in cerca di chiarimenti e informazioni utili al pagamento delle imposte. Chi può manda gli anziani familiari in pensione ad attendere il proprio turno, altri giovani si passano il numeretto come fosse il testimone di una staffetta, e altri ancora, rassegnati, si portano tablet e libri aspettando più o meno pazientemente il loro turno.

«Prima di procedere al pagamento, gratuito presso qualsiasi banca o ufficio postale, invitiamo a verificare la correttezza dei dati relativi a immobili posseduti, rendita catastale, aliquote, detrazioni - continua il comunicato del Comune -. L’importo del tributo è determinato sulla base della rendita catastale, indipendentemente dal numero di occupanti, superficie, vani, ecc. In linea generale, gli immobili che sono soggetti al pagamento dell’IMU (tutti gli immobili diversi dall’abitazione principale e sue pertinenze) non sono soggetti al pagamento della TASI e viceversa. Pertanto le abitazioni principali sono soggette solo a TASI mentre gli immobili a disposizione o locati sono soggetti solo ad IMU (uniche eccezioni gli immobili di categoria catastale A/1, A/8, A/9 e ad alcune tipologie di immobili di categoria C/1, C/3 e di categoria D, che sono soggette ad entrambe le imposte)».

«In caso di mancata ricezione dell’avviso di pagamento della TASI, il contribuente si può rivolgere alla postazione allestita all’ingresso per la stampa dei conteggi e dei modelli F24 precompilati, senza necessità di attendere il turno allo sportello. Ricordiamo - conclude la nota -, infine, che i servizi indivisibili oggetto della TASI non comprendono quelli relativi all’asporto dei rifiuti e igiene urbana, che sono coperti dalla TARI (ex TARES, ex TARSU), i cui avvisi di pagamento saranno recapitati tra la fine del mese di ottobre e l’inizio del mese di novembre».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos Tasi, Imu, Tari… tutti in fila all'Esatto

TriestePrima è in caricamento