menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caos Triestina, Forza Italia: «La città ha divorziato da Pontrelli, basta con questa pagliacciata»

Conferenza stampa in mattinata convocata dal gruppo di Forza Italia in Consiglio Comunale (Lorenzo Giorgi, Everest Bertoli e Manuela Declich) dal consigliere circoscrizionale di Forza Italia Andrea Giovannini,  da Fratelli d’Italia (Claudio Giacomelli), Impegno Civico (Michele Lo Bianco) e (Alfredo Cannataro).

Conferenza stampa in mattinata convocata dal gruppo di Forza Italia in Consiglio Comunale (Lorenzo Giorgi, Everest Bertoli e Manuela Declich) dal consigliere circoscrizionale di Forza Italia Andrea Giovannini,  da Fratelli d’Italia (Claudio Giacomelli), Impegno Civico (Michele Lo Bianco) e Cannataro per Trieste (Alfredo Cannataro).

Everest Bertoli spiega che «la pazienza verso questa proprietà è giunta al termine. Bisogna mettere una fine una volta per tutte a questa farsa. Basta riporre sull’attuale dirigenza fiducia. Stamattina gli uffici hanno dimostrato come ci siano le condizioni per la risoluzione della convenzione, non essendo stati rispettati due punti, quello del mancato pagamento della fideiussione e il ritardo dei relativi pagamenti. Il sindaco, invece che prenderne atto e agire di conseguenza, prende ancora tempo, quando di tempo se ne è già perso abbastanza. Cosolini ora dice che, levando lo stadio, si rischierebbe di compromettere l’eventuale vendita della società. La stessa cosa l’aveva già affermata lo scorso anno, bastava agire già quest’estate invece che posticipare qualsiasi decisione. Lo scorso settembre avevamo già presentato una mozione, di cui chiederemo il voto domani, che chiedeva la verifica di eventuali violazioni alla convenzione stipulata con la società e, nel caso, procedere con la relativa revoca di utilizzare tutti gli spazi».

Affondo anche del consigliere comunale di Forza Italia Lorenzo Giorgi che afferma «parlo come politico, come tifoso e come presidente di uno dei Triestina Club. I tifosi hanno già dato a suo tempo il loro parere sulla questione, togliendo il marchio all’attuale società, sfiduciata pubblicamente anche dalla continua assenza di tifosi allo stadio. Durante i match, sembra di assistere sugli spalti ad una partita di seconda categoria, poca è la gente che va a vedere la squadra. Gli ultimi avvenimenti fanno capire come ormai l’attuale società sia arriva al capolinea e debba andarsene subito».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento