Cronaca

Carabinieri: tre arresti e una denuncia in un giorno

Due degli arrestati sono colpevoli di evasione e furto, per il terzo si è eseguita la custodia cautelare in carcere. Il quarto è stato denunciato per aver fornito false generalità.

Tre persone arrestate e una denunciata durante i servizi coordinati di controllo dei Carabinieri di Trieste, tutte nella giornata di ieri. Due degli arrestati sono colpevoli di evasione e furto, colti in flagranza di reato, per il terzo si è ordinata la custodia cautelare in carcere. Il quarto è stato denunciato per aver fornito false generalità.

Nel pomeriggio, i Carabinieri della Stazione di Trieste via Hermet hanno arrestato in flagranza S.F., ventunenne palermitano domiciliato a Trieste e con numerosi precedenti penali tra cui evasione dagli arresti domiciliari. Il soggetto è stato controllato nella zona dei Campi Elisi da una pattuglia dei Carabinieri mentre passeggiava assieme a un coetaneo che ha fornito, appunto, false dichiarazioni sulla propria identità e per questo denunciato. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato nuovamente sottoposto agli arresti domiciliari.

Poco dopo, a Monrupino, in prossimità del confine di Stato di Fernetti, i Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia Carabinieri di Aurisina, nel corso di un servizio di “retrovalico”, hanno rintracciato e arrestato T.M., cittadino rumeno del 1981 con precedenti di polizia, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Brescia. 
L’uomo, già sottoposto all’obbligo di dimora in una piccola località del bresciano, agli inizi di luglio aveva fatto perdere le proprie tracce. È stata quindi emessa la misura cautelare in carcere e ora l'uomo si trova alla casa circondariale di via Coroneo.

Nella notte, infine, i Carabinieri di Trieste hanno arrestato in flagranza di reato per furto aggravato G.S., cinquantenne triestino, pregiudicato. Verso l’una è giunta alla Centrale Operativa di via dell’Istria la segnalazione di una persona che si aggirava con fare sospetto tra le auto in sosta nella zona di viale D’Annunzio. Due “gazzelle” sono state immediatamente inviate sul posto e, transitando in via Salem, hanno notato l’uomo, chinato sul marciapiede, intento a forzare la portiera di una Volkswagen Polo utilizzando una lunga barra di metallo.

Il pregiudicato, subito bloccato dai militari dell’Arma, è stato trovato in possesso di una cassetta degli attrezzi che, come accertato dagli stessi Carabinieri, era stata sottratta poco prima da un furgone parcheggiato nella stessa via. L’uomo è stato quindi dichiarato in stato di arresto e tradotto presso la propria abitazione, in regime di arresti domiciliari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabinieri: tre arresti e una denuncia in un giorno

TriestePrima è in caricamento