rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
La situazione carceraria

Detenuto aggredisce due guardie a Vicenza, aveva già colpito a Trieste

L'uomo era stato trasferito dal Coroneo alla struttura veneta diversi mesi fa. La denuncia del sindacato di polizia penitenziaria

Nei giorni scorsi, presso il carcere di Vicenza un detenuto straniero ha aggredito in due diversi episodi due agenti penitenziari che hanno riportato rispettivamente 5 e 2 giorni di prognosi. L'ira del carcerato, che era arrivato nel carcere veneto dopo essere stato trasferito dal Coroneo, sarebbe scaturita all'atto di una contestazione di natura disciplinare per l'imbrattamento del muro della camera con scritte contro le forze di polizia e lo Stato italiano. L'uomo ha sferrato un pugno al viso di un poliziotto e poco dopo, mentre veniva portato in isolamento cautelare lo stesso, dimenandosi, ha colpito il secondo poliziotto con una testata al viso. Il detenuto era stato trasferito proprio perché già a Trieste, diversi mesi fa, aveva aggredito un poliziotto.

"Possiamo dire che le aggressioni ai danni della polizia penitenziaria nella regione sono all'ordine del giorno, ma dal canto non basta la riforma del Csm occorre la riforma del Corpo , dotare il personale di taser nonché del regolamento di esecuzione della pena inasprendo regole più rigide per chi aggredisce uomini dello Stato - sottolinea con una nota il sindacato di polizia penitenziaria (USPP) del Triveneto - ovviamente a tutto ciò si aggiunge le grosse difficoltà per la gestione dei detenuti di difficile adattamento che si rendono responsabili dei danni immobili delle camere di detenzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuto aggredisce due guardie a Vicenza, aveva già colpito a Trieste

TriestePrima è in caricamento