rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
La situazione in carcere

Contagi, un sanitario no vax e un detenuto grave a Cattinara: al Coroneo sale la tensione

Dopo i primi casi segnalati negli scorsi giorni ecco che una zona è stata isolata in contumacia a causa del contatto con alcuni positivi. Un detenuto è stato ricoverato in codice rosso in ospedale. All'interno sarebbero scoppiati anche alcuni piccoli incendi. Fa discutere la posizione di un sanitario

Torna il Covid all'interno del carcere di via Coroneo a Trieste e la temperatura inizia a scaldarsi. Nei giorni scorsi, dopo che più di una settimana fa si erano registrati i primi contagi, è scoppiato un altro focolaio ed un braccio del penitenziario è stato isolato in regime di contumacia, anche a causa del contatto di alcuni detenuti con altri risultati positivi. All'elemento epidemiologico si somma una situazione generale che non sembra essere delle più rosee. Nei giorni scorsi un detenuto ha tentato di suicidarsi (i motivi rimangono ignoti ndr) ed è stato trasportato in gravi condizioni all'ospedale di Cattinara dal personale del 118 intervenuto, assieme al personale del carcere, in maniera tempestiva. 

Anche da fuori le cronache raccontano di una preoccupazione estesa anche e soprattutto ai famigliari dei detenuti. "Se dovessero bloccare le visite nuovamente - così una fonte di TriestePrima - rischiamo nuove rivolte. La situazione potrebbe tornare ad essere tragica". La memoria corre alle proteste e al blocco, insostenibile dal punto di vista emotivo per le famiglie già provate da una condizione di estremo disagio. Se la struttura cerca di limitare al massimo i disagi e di superare le criticità gettando acqua sul fuoco, all'interno alcuni incendi di piccole dimensioni sarebbero scoppiati comunque, con una tensione che avrebbe alzato il livello di allerta, soprattutto in un braccio del penitenziario "particolarmente complicato". 

Tra le altre cose fa discutere infine la presenza di un sanitario che, secondo indiscrezioni tutte da confermare sia da parte della struttura che dall'assessorato regionale alla Sanità, sarebbe stato visto operare all'interno della struttura senza tuttavia essere vaccinato. Il sanitario sarebbe sfuggito ai controlli fatti da Asugi. Se così fosse, visto l'obbligo in vigore per la categoria, rischierebbe la sospensione. Proprio dall'interno si sono levate voci di insofferenza per questa situazione, con alcune segnalazioni che sarebbero arrivate fino ai vertici. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contagi, un sanitario no vax e un detenuto grave a Cattinara: al Coroneo sale la tensione

TriestePrima è in caricamento