Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Covid in carcere: nuova protesta delle detenute al Coroneo

La consueta battitura andrà in scena oggi 15 febbraio dalle 15:30. No a vaccini, sì a tamponi ed esami del sangue sierologici

La protesta delle detenute del carcere di via Coroneo a Trieste va avanti. Alle 15:30 di oggi 15 febbraio andrà in scena l'ennesima battitura da parte delle donne rinchiuse nella casa circondariale per protestare contro "la grave situazione sanitaria e il sistema detentivo italiano". Le detenute, dopo la battitura messa in atto l'1 febbraio scorso, avanzano alcune forti rivendicazioni sia sul fronte sanitario che in merito alla gestione della detenzione.

Le richieste

Vogliono "tamponi ed esami del sangue sierologici" e non il vaccino, chiedono l'indulto e i domiciliari "per le persone con problemi sanitari e gravi patologie e per i detenuti in residuo di pena". Durante la battitura, all'esterno del carcere "vi sarà una presenza solidale". L'iniziativa delle detenute della sezione femminile del carcere del Coroneo, si legge nella nota, "è stata comunicata anche ad altre prigioniere e prigionieri in Italia, con l'idea di una mobilitazione più estesa possibile per allargare e sostenere tali rivendicazioni e rompere l'omertà di regime sulla questione delle carceri". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid in carcere: nuova protesta delle detenute al Coroneo

TriestePrima è in caricamento