Lunedì, 15 Luglio 2024
La rivoluzione / Chiarbola - Servola - Valmaura / Via Antonio Pigafetta, 5

Ecco CareN, la nuova intelligenza artificiale "made" in Trieste

Si tratta di un assistente digitale che però dà l'illusione di essere un vero e proprio essere umano. La piattaforma è stata sviluppata dalla triestina GAP ed è pronta a rivoluzionare la customer experience

TRIESTE - Immaginate di dover chiamare il vostro ristorante preferito o il vostro medico di base. Sentite squillare e ad un certo punto a rispondervi è una voce robotica. C'è però qualcosa di insolito perché, al contrario delle altre volte, non vi chiede di digitare codici, ma vi segue come se fosse un vero e proprio essere umano. Questa è CareN, la nuova intelligenza artificiale di automazione vocale realizzata da GAP e interamente “made” in Trieste. GAP,  azienda pioniera nel settore tecnologico e del customer journey nata nel capoluogo giuliano oltre 20 anni fa, ha infatti annunciato una nuova business unit: GAP Automation. Questa divisione rappresenta l'evoluzione del dipartimento informatico e tecnologico aziendale in un'unità specializzata nella creazione ed erogazione di servizi di intelligenza artificiale.

Agenti digitali, agenti umani

Fin dalla sua fondazione, GAP ha sempre avuto l'obiettivo di sviluppare soluzioni informatiche all'avanguardia per le imprese nel settore del customer care. “Ciò che differenzia GAP dai suoi potenziali concorrenti - spiega Enrico Marzano, leader di GAP Automation e CIO di GAP - è che l'azienda non si limita a vendere tecnologia o software, ma offre un servizio completo”. Grazie infatti alla sua esperienza nello sviluppo dei servizi con agenti umani, è in una posizione privilegiata per preparare, costruire e addestrare quelli digitali che, in alcuni casi, “riescono a sostituire l'uomo (seppur non al 100 per cento)”. Questo ha portato alla creazione di un laboratorio innovativo dove agenti umani e automatici lavorano fianco a fianco, offrendo un servizio unico nel suo genere. “Siamo tra i pochi in Italia che propongono questo servizio - aggiunge Marzano -. CareN solleva le persone che lavorano all’interno delle aziende da carichi di lavoro che a volte sono ripetitivi e monotoni e lo fa con una funzionalità e qualità molto molto buona”. 

Le funzionalità di CareN

Al momento, il settore in cui viene utilizzato maggiormente il servizio è quello sanitario.”Grazie a CareN, i medici hanno una comprensione strutturata delle esigenze dei pazienti prima ancora di rispondere al telefono”. Non solo. Questa innovativa IA, infatti, oltre a gestire le richieste di prenotazione dei pazienti, è anche in grado di interfacciarsi con i sistemi degli ospedali o delle cliniche per verificare la disponibilità degli slot e organizzare appuntamenti.  Inoltre, integrando le funzionalità di CareN con l’ormai celebre Chat Gpt, l’azienda triestina è stata in grado di creare una soluzione completamente digitale che - ci rivelano - sarà presto lanciata in collaborazione con una società di trasporti pubblici locale.

Formazione e ricerca scientifica

L'impegno di GAP non si limita all'innovazione tecnologica, ma si estende alla formazione continua e alla promozione della ricerca scientifica. “Collaboriamo con le università, in particolare con quella di Udine e Ferrara, attraverso progetti congiunti, tesi di laurea, seminari e pubblicazioni scientifiche”, evidenzia il leader di GAP Automation.

Intelligenza artificiale, umani e Metaverso

Sul futuro dell’intelligenza artificiale applicata al mondo del lavoro “umano”, Marzano non ha dubbi: “Da quel che vediamo noi, sperimentando sul campo ogni giorno, c’è una grande sinergia. Tutti quei lavori che non sono ottimali per un essere umano vengono risolti dalle macchine. Questo è un sollievo. L’intelligenza artificiale mi fa fare prima il lavoro, ma non mi toglie la capacità di giudicare e ideare. Ovviamente, una riqualificazione dei posti di lavoro sarà inevitabile, come è sempre successo con le grandi rivoluzioni”. Se da una parte la nuova business unit rappresenta un traguardo per l’azienda, dall’altra apre la strada a nuove opportunità e sfide. Il prossimo passo? Capire come sarà il customer care nel Metaverso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco CareN, la nuova intelligenza artificiale "made" in Trieste
TriestePrima è in caricamento