Cronaca

Sequestrati 30 chili di carne a Monfalcone: erano congelati nei sacchetti della spesa

Il titolare non aveva nemmeno il piano di autocontrollo obbligatorio e, visto il ricambio d'aria limitato, teneva sempre la portadel locale aperta, senza installare barriere per tenere lontani gli insetti volanti. Per lui sanzioni da 3mila euro

Foto di repertorio

Controlli della Polizia Locale e dell'Asugi in una macelleria di Monfalcone, al termine dei quali 30 chili di carne sono stati sequestrati. Come riferisce Telefriuli il negozio, gestito da un bengalese, si trova in via Leopardi, dove è stata trovata della carne congelata in sacchetti di plastica, senza che fosse attuata una procedura idonea, e in alcuni casi senza poter risalire al tracciamento. Il titolare non aveva nemmeno il piano di autocontrollo obbligatorio per l'attività di macelleria e, visto il ricambio d'aria limitato, teneva sempre la porta del locale aperta, senza installare barriere per tenere lontani gli insetti volanti. Gli sono state quindi applicate sanzioni da 3mila euro.

Violate anche le norme anti Covid: nonostante le diffide da parte della Polizia Locale, nel negozio non era presente il gel per la disinfezione delle mani, né le informazioni per la clientela sulle misure di prevenzione. Motivi, questi, per cui è stata applicata anche una sanzione da 400 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrati 30 chili di carne a Monfalcone: erano congelati nei sacchetti della spesa

TriestePrima è in caricamento