Cronaca

Carrà, la proposta di Futura: “Dedichiamole il lungomare di Barcola”

Franco Bandelli spiega la genesi della celebre strofa “com’è bello far l’amore da Trieste in giù” e lancia l’iniziativa per onorare la memoria della star internazionale

Raffaella Carrà

"Un'artista come Raffella Carrà che ha portato la città di Trieste a conoscenza del mondo intero con una strofa che tutti cantano da deccenni "Com'è bello far l'amore da Trieste in giù" e che stasera, dopo la triste notizia della sua scomparsa, rimbalza su tutti i social, merita di essere ricordata degnamente dalla nostra città". A dichiararlo è il candidato sindaco di Futura, Franco Bandelli. "Noi di Futura - afferma Bandelli - proponiamo da subito di dedicarle il Lungomare di Barcola, nel tratto che va dal Bivio fino alla Pineta con una targa e il sottotitolo "Com'è bello fa l'amore da Trieste in giù", anche perchè il legame con la nostra città è particolarmente forte in quanto fu il nostro caro concittadino Lorenzo Pilat, che allora componeva il celeberrimo trio Pace-Panzeri-Pilat, a suggerire, da triestino, questo passaggio a Daniele Pace, compianto autore del 45 giri portato poi al successo planetario dalla Carrà,  risultato poi vincente. Il resto, è storia. Ciao, Raffella e grazie di cuore da tutti i Triestini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carrà, la proposta di Futura: “Dedichiamole il lungomare di Barcola”

TriestePrima è in caricamento