Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

Carta famiglia, Telesca: «Oltre 6mln per abbattere i costi dell'energia elettrica»

Quest'anno le richieste potranno essere presentate tra il 13 febbraio e il 21 aprile e l'Isee non dovrà superare i 30 mila euro

Sono stati fissati i valori massimi del bonus, previsto per i titolari di Carta famiglia, che abbatte i costi per la fornitura dell'energia elettrica e il periodo di raccolta delle domande. Quest'anno le richieste potranno essere presentate tra il 13 febbraio e il 21 aprile, con un anticipo di circa un mese rispetto al 2016 per evitare sovrapposizioni con il periodo della campagna fiscale e per ritornare in linea con gli anni precedenti.

Le risorse disponibili sono invariate rispetto allo scorso anno e ammontano a 6.735.000 euro; non sono previste variazioni nella platea dei beneficiari pertanto la Giunta regionale, su proposta dell'assessore alle Politiche sociali, Maria Sandra Telesca, ha disposto anche gli stessi valori massimi dell'anno precedente.

Quattro gli scaglioni di consumo (fino a 600 euro; da 600 a 1.000; da 1.000 a 1.500; oltre i 1500 euro) e tre le fasce di intensità: bassa intensità (1 figlio), media (2 figli) e alta (3 o più figli). Per tutti l'Isee (Indicatore della situazione economica equivalente) non deve superare i 30 mila euro. Per il primo scaglione gli importi massimi previsti sono rispettivamente 130, 195, 260 euro; per il secondo 170, 255, 340 euro; per il terzo 210, 315, 420 euro; per il quarto e ultimo scaglione 260, 390, 520 euro. Gli importi effettivi verranno stabiliti con atto successivo sulla base delle domande presentate.

Le funzioni di raccolta e istruttoria, concessione ed erogazione del bonus, nonché i controlli a campione sulla veridicità domande, sono delegate ai Comuni. Il contributo per la riduzione dei costi sostenuti per la fornitura di energia elettrica viene richiesto sulla base delle fatture emesse nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2016 e il 31 dicembre 2016. Va ricordato che gli importi che sono stati addebitati ai cittadini in bolletta nel 2016 per il canone della televisione devono essere sottratti dal totale delle bollette utilizzato per la richiesta del beneficio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carta famiglia, Telesca: «Oltre 6mln per abbattere i costi dell'energia elettrica»

TriestePrima è in caricamento