Cronaca

La casa di riposo Stuparich di Borgo San Mauro riapre alle visite

Ad annunciare la riapertura è stata la consigliera al Welfare del comune di Duino-Aurisina/Devin Nabrezina Annalisa D’Errico: "L’attenzione dovrà comunque rimanere altissima, le visite dovranno svolgersi seguendo poche ma precise linee guida”

La Casa di Riposo intitolata ai fratelli Stuparich di Duino Aurisina riapre le porte ai famigliari degli ospiti. A partire da lunedì 1 marzo infatti i parenti degli anziani ospitati nella struttura potranno rivederli dopo la distanza imposta dalle misure di sicurezza per contrastare il Covid-19, particolarmente importanti per difendere i soggetti più deboli.

“Siamo molto felici di dare questa notizia - ha spiegato la consigliera al Welfare Annalisa D’Errico - perché significa riportare pian piano alla normalità la vita della struttura, dei suoi ospiti e di tutta la comunità che in questo può intravedere uno dei primi segnali concreti del superamento di questa crisi. L’attenzione dovrà comunque rimanere altissima, gli ospiti della casa di riposo per la loro età sono tra i soggetti più fragili e a rischio, pertanto le visite dovranno svolgersi seguendo poche ma precise linee guida”.

Per difendere gli ospiti e ridurre i rischi di contagio infatti i parenti che si recheranno alla Stuparich dovranno attenersi ad alcune regole. Le visite saranno limitate, quattro ogni giorno, e per una durata massima di trenta minuti; l’entrata alla struttura avverrà dall'ex giardino d'inverno al fine di evitare il passaggio dai i saloni comuni; bisognerà indossare prima di accedere alla struttura, e per tutta la durata della visita, mascherina FFP2, camice, guanti e visiera che saranno forniti ai visitatori dal personale della casa di riposo, infine i familiari delle persone non ancora vaccinate dovranno sottoporsi ad un tampone rapido. La struttura invierà ai parenti tutti i dettagli nei prossimi giorni.

“Poter riaprire le visite è una bellissima notizia - ha commentato la sindaca Daniela Pallotta - un risultato raggiunto grazie allo splendido lavoro di tutto il personale che opera nella nostra casa di riposo, alle dott.sse Maiano e Guglia che hanno coordinato le procedure relative all'emergenza Covid 19. Oltre a loro voglio ringraziare i parenti degli ospiti per la pazienza e la comprensione che hanno dimostrato in questi lunghi mesi, oltre al personale degli uffici comunali che hanno seguito sempre da vicino questo tema”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La casa di riposo Stuparich di Borgo San Mauro riapre alle visite

TriestePrima è in caricamento