Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca Frazione Fernetti

"Casa Malala" a Ics e Caritas: battute le offerte degli altri sette concorrenti

Il prezzo di 32,5 euro al giorno non ha subito ribassi, ma la completezza e qualità dell'offerta tecnica invece ha fatto si che il loro punteggio finale fosse di gran lunga superiore alle altre realtà

Ics e Caritas si sono aggiudicate la gestione di “Casa Malala” per il prossimo anno (fino al 31 dicembre 2017). L’ex caserma di Fernetti ospita una novantina di richiedenti asilo da quando la struttura è stata aperta su indicazione della Prefettura che appunto ha pubblicato e assegnato il bando.

La decisione, pubblicata con tutti i verbali sul sito della Prefettura, è giunta in base alla comparazione del prezzo (partenza da 32,50 euro al giorno per assistito) e l'offerta tecnica; proprio quest'ultimo aspetto ha fatto si che il sodalizio tra i due enti si portasse in cima alla "classifica" stilata dalla commissione: infatti il ribasso del Consorzio italiano di solidarità e la Caritas Diocesana sul prezzo del servizio era stato nullo e li avrebbe visti in fondo alla graduatoria, ma la completezza e qualità dell'offerta invece ha fatto si che il loro punteggio finale fosse di 83,25 punti, contro i 69,65 punti del duo Domus Caritatis di Roma e Sensis Hospes di Potenza (secondi nella graduatoria finale).

Il bando, come quello da 11,5 milioni previsto per il 2017, prevede l'accoglienza materiale; la mediazione linguistico-culturale; l'orientamento e accesso ai servizi del territorio; la formazione e riqualificazione professionale; l'orientamento e accompagnamento all'inserimento lavorativo; l'orientamento e accompagnamento all'inserimento abitativo; l'orientamento e accompagnamento all'inserimento sociale; l'orientamento e accompagnamento legale; la tutela psico-socio-sanitaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Casa Malala" a Ics e Caritas: battute le offerte degli altri sette concorrenti

TriestePrima è in caricamento