Case di riposo e Covid: un terzo delle persone testate è risultato positivo da aprile

Asugi diffonde gli esiti dei tamponi effettuati al 21 aprile su operatori e ospiti delle strutture delle case di riposo sul territorio. Su 94 residenze censite (con 3.611 ospiti) l’attività si è concentrata finora sulle 65 strutture considerate prioritarie

Sono 301 gli anziani ospiti delle case di riposo che hanno avuto un tampone positivo, il 33% delle 904 persone testate, che rappresentano a loro volta il 30% del totale degli ospiti in tutte le residenze per anziani del territorio coperto da Asugi. Questo si evince dagli esiti dei tamponi effettuati al 21 aprile su operatori e ospiti delle strutture. Su 94 residenze censite (con 3.611 ospiti) l’attività si è concentrata finora sulle 65 strutture considerate prioritarie (3.090 ospiti) in base al gradiente di rischio riscontrato a causa della promiscuità con altri residenti e tipologia di pazienti. In queste 65 strutture sono stati effettuati tamponi a 904 persone secondo criteri clinici di priorità. Nel tempo sono stati eseguiti più tamponi alla stessa persona, per un totale di 1.269 tamponi di cui 868 (68,4%) sono risultati negativi, mentre 378 (29,8%) sono stati riscontrati positivi.

49 residenze esenti da contagio

Come anticipato, 301 persone su 904 (33%) hanno avuto un tampone positivo nel loro decorso clinico. Essendo i tamponi ripetuti nel tempo, l’ultima rilevazione sulle stesse 904 persone segnala 264 riscontri positivi (29,2%), mentre il numero dei negativi sale a 633 (70%), con un 0,8% di risultati incerti da ripetere. La distribuzione delle persone positive nelle case di riposo non è però omogenea in quanto vi sono 49 residenze per ora esenti da contagio (nelle quali si è effettuata l’indagine per il momento sulle persone maggiormente fragili), alcune con percentuali bassissime di ospiti con tampone positivo ed altre invece maggiormente impegnate.

Queste ultime stanno ricevendo il massimo supporto da parte degli operatori di ASUGI per erogare assistenza adeguata all’incrementato fabbisogno. In questi giorni sarà completata la ricognizione diagnostica su tutte le Strutture e verrà aumentato il numero di ospiti sottoposti a tampone fino, alla copertura dell’intero numero dei residenti. Si stanno monitorando anche gli operatori attivi nelle residenze esaminate. Al momento risultano esserci un centinaio di positività in sedici strutture. Il numero dei tamponi effettuati finora agli operatori è di 1.051.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Malore in acqua, il giovane alpinista Gianni Cergol non ce l'ha fatta

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento